Chiaravalle: al via le 'Domeniche in biblioteca'

23/03/2017 - Per tre domeniche consecutive, dal 26 marzo al 9 aprile, la Biblioteca Comunale “Massimo Ferretti” di Chiaravalle aprirà le sue porte e si farà scrigno di iniziative di vario genere.


Dalle ore 15 alle 17, presso il cortile sul retro, si terranno dei laboratori di giocoleria dal titolo “Project Juggling”, a cura dell’esperto Tommaso Leopardi e con il coordinamento della Consulta Comunale dei Giovani, che ha pensato questa attività per ragazzi dai 14 anni in su.
Dalle ore 16 alle 20 le sale di lettura al primo piano ospiteranno invece il progetto “Kids & Dragons”: oltre 40 alunni di I e II media, appositamente iscrittisi ad una piattaforma online, faranno un’esperienza immersiva di giochi di ruolo coordinati da una decina di masters. “Diciassette(e)quindici” è infine sia l’orario che il titolo della terza iniziativa, che avrà luogo in Sala Piumini e rafforzerà il filo rosa che lega Chiaravalle alle donne: il 26 marzo Patrizia Caporossi (filosofa e storica delle donne) presenterà il suo ultimo saggio “L’invidia di Aristotele”; il 2 aprile Clara Schiavoni (autrice di storie per bambini e romanzi-saggi per adulti) parlerà del secondo libro da lei dedicato alla nobildonna camerte Elisabetta Malatesta Varano; e il 9 aprile Sofia Bolognini (attrice, drammaturga e regista teatrale) farà un reading della sua ultima creatura letteraria “Nasce, cresce deserti”.

Francesco Favi, Assessore alla Cultura e alle Politiche Giovanili di Chiaravalle e promotore della triplice iniziativa, afferma: “In questi ultimi anni la Biblioteca Comunale è stata posta al centro delle nostre attenzioni: nel 2015 con la riqualificazione degli interni, l’acquisizione di una nuova ala, l’esposizione permanente di 15 quadri di Alvaro Tonti e l’omaggio teatrale a Massimo Ferretti; a marzo dello scorso anno con l’ingresso della Palazzina Marulli nel circuito delle Giornate FAI di Primavera, che ha attirato quasi 1000 visitatori e permesso di scoprire i tesori più o meno nascosti di questo pregevole edificio di fine Ottocento; nell’estate 2016 con i cinque venerdì nel giardino sul retro intitolati Se c’è una strada sotto il mare” e dedicati al tema dei migranti, dei confini e degli sconfinamenti; e ora con queste tre speciali “Domeniche in Biblioteca”. Se infatti vogliamo concepire e costruire Chiaravalle come “una città per pensare”, in quale luogo più che in Biblioteca il pensiero può volare ad alta quota?”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2017 alle 11:31 sul giornale del 24 marzo 2017 - 1843 letture

In questo articolo si parla di chiaravalle, spettacoli, Comune di Chiaravalle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHKj