x

SEI IN > VIVERE JESI > SPETTACOLI
comunicato stampa

Il violinista serbo Stefan Milenkovich al Teatro Gentile di Fabriano e al Pergolesi

1' di lettura
1657
da Form
Fondazione Orchestra Regionale Marchigiana

Lo scorso anno è stato accolto come una star. Ora Stefan Milenkovich torna nelle Marche e si esibisce due volte in provincia di Ancona per incantare nuovamente il pubblico con un concerto incentrato sulle magie virtuosistiche del violino.


Il musicista serbo, impegnato con l'Orchestra Filarmonica Marchigiana nella doppia veste di solista e concertatore, suona sabato 25 marzo, alle 21, al Teatro Gentile di Fabriano e lunedì 27 al Pergolesi di Jesi.

In programma, il Secondo Concerto “La campanella” di Niccolò Paganini, il genio che rivoluzionò “il corpo e l’anima” dello strumento rivelando al mondo le sue infinite possibilità tecnico espressive nella duplice dimensione del divino e del demoniaco. Al capolavoro di Paganini, dopo l’esecuzione di alcuni estratti dalle due suites de L’Arlesienne di Bizet, seguono nella seconda parte due composizioni di un altro grande virtuoso del violino, Pablo De Sarasate: Zingaresca e la celebre Carmen Fantaisie, ispirata alle sanguigne melodie dell’omonima opera di Bizet. Figlio d’arte, Stefan Milenkovich, ha iniziato lo studio del violino all'età di tre anni con il padre, dimostrando un raro talento che lo porta alla sua prima esecuzione con l'orchestra, come solista, all'età di cinque anni. Nonostante la giovane età, ha suonato per i “grandi” del mondo tra cui il presidente statunitense Ronald Reagan, quello russo Mikhail Gorbachev e il Papa Giovanni Paolo II. Reputato uno dei più grandi violinisti della sua generazione, Milenkovich si è esibito in teatri mondiali prestigiosi: Carnegie Hall, New York City (USA), Kennedy Center, Washington (USA), Cadogan Hall, London (UK), Suntory Hall, Tokyo (Japan), La Fenice di Venezia e il San Carlo di Napoli.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2017 alle 18:21 sul giornale del 25 marzo 2017 - 1657 letture