Laboratorio Sinistra: 'Non ci si salva da soli'

Laboratorio Sinistra Jesi 26/03/2017 - La politica di oggi, locale e nazionale, è incompatibile con la democrazia diretta: clientelismo e false promesse elettorali hanno minato e reso soporifero il sentimento partecipativo del singolo cittadino".

L'occasione per ascoltare la sua preziosa testimonianza è stato l'incontro di ieri a Palazzo dei Convegni, organizzato delle liste civiche Laboratorio Sinistra e Jesi in Comune candidate alle prossime amministrative di Jesi.

L’incontro ha avuto per oggetto la pratica della Democrazia Partecipativa nell'amministrazione del comune di Grottammare. Accanto a Rossi anche Angelo Santicchia, l'ex sindaco di Santa Maria Nuova, sperimentatore anche lui di esperienze di Democrazia partecipativa. Tutti siamo bravi a lamentarci quando le cose non vanno bene, ma quanti sono disposti a partecipare, a contribuire con le proprie idee.

"Quella di Grottammare è stata una delle prime esperienze di bilancio partecipativo - ha sottolineato Rossi - il Comune ha prodotto un modello di sviluppo alternativo riportando le politiche al benessere della popolazione e nella direzione di sviluppi sostenibili e di una progettazione condivisa, proprio attraverso le ASSEMBLEE CITTADINE. Quando vengo chiamato a spiegare questa pratica mi sembra di parlare di cose scontante: i cittadini sono una risorsa, hanno idee e molto spesso soluzioni, che nonostante il punto di vista spesso diverso, alla fine sono in grado di trovare una soluzione nell'interesse di tutti, della comunità. E' proprio il momento dell'assemblea a evidenziare la risorsa che è ciascuno di noi per la collettività".

"Guai cadere nel tecnicismo - ha insistito Rossi - Il momento del bilancio condiviso con i cittadini ci ha obbligato a semplificare quei passaggi burocratici, che spesso allontanano la cittadinanza delle scelte politiche".

La città può appropriarsi del proprio futuro, senza entrare nell'ingranaggio delle logiche del profitto speculativo e della finanza.

"Anche noi con il gruppo di opposizione OFFICINA DELLA PARTECIPAZIONE cerchiamo di fare politica nel sociale e nella cultura attraverso la partecipazione dei cittadini" - è intervenuto Santicchia in merito alla realtà di Santa Maria Nuova - "È pur vero che la comunità va ri abituata a riscoprire il valore della cosa pubblica". La società di oggi ci ha condotti verso la pratica opposta: considerare l'altro come una minaccia per la nostra sopravvivenza.

"Ci sono certe questioni che vanno riannodate alla realtà - è intervenuto il candidato sindaco Samuele Animali - Angelo e Massimo sono l'esempio concreto di qualcosa che si può concretizzare. Libertà e' sentirsi parte di qualcosa. Non c'è libertà se non si può incidere in qualcosa e scegliere. La democrazia e la libertà si scoprono, quando le persone si riconoscono capaci di realizzare e di prendere parte a qualcosa.

"Il progetto politico di Laboratorio Sinistra pone al centro la PERSONA, creando costantemente occasioni per la sua PARTECIPAZIONE alle scelte della collettività: tutelando il bene comune. Ecco perché abbiamo organizzato questo incontro, per dimostrare che la partecipazione e' possibile ed è crescita per tutti. L'attuale amministrazione della nostra città sembra guidata dalle regole dell'economia globalizzata, che insegue il profitto a tutti i costi - l'intervento di Nicoletta Cardinali per Laboratorio Sinistra - Noi vogliamo invertire questa rotta, proprio partendo dal coinvolgimento dei cittadini, da coloro che vivono la città".


da Laboratorio Sinistra
Coordinamento comunale Jesi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2017 alle 22:59 sul giornale del 27 marzo 2017 - 957 letture

In questo articolo si parla di attualità, vallicelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHRi