Jesi in Rima: 'Caro jesino', una nuova poesia di Marinella dedicata ai bambini

bambini libro generico - 650px 27/03/2017 - Dedicata in particolare ai bambini di tutte le scuole che ci seguono con passione, ecco una nuova poesia sulla primavera.. Perché la loro ingenuità, sensibilità e dolcezza è simile alla stagione che rinasce e promette i suoi buoni frutti. Dunque soprattutto a loro auguriamo BUONA VITA!



Caro Jesino ti dedico un verso
 
guarda stamani che bel cielo terso,
 
che aria pulita quaggiù in fondo valle
 
il sole sorride ai monti e alle calle.
 
Le foglie sugli alberi son rigogliose,
 
emanano i fiori fragranze odorose,
 
il ramo di mandorlo promette i suoi frutti,
 
il ricco geranio abbonda di getti.
 
Si lavora nei campi perché è primavera
 
iniziando dall’alba e sul far della sera
 
i rosei tramonti colorano il cielo
 
mentre a ogni arbusto si piega lo stelo.
 
Dolce nell’aria riecheggia il richiamo
 
dell’allegra rondine che vien da lontano.
 
Torna sui tetti, garrisce e prepara
 
il nido accogliente ché solo allora
 
potrà dar rifugio alla bella nidiata,
 
e lo scolaro grida:-“E’ tornata!”
 
Scrive nel tema il suo penserino
 
con le parole che può avere un bambino,
 
semplici frasi che vogliono dire
 
come la vita non potrà mai finire.
 
Tutto continua in un ciclo vitale
 
che ci stupisce mentre sembra normale.
 
Apparente succedersi di un’altra stagione
 
ed invece è il miracolo della Creazione.





Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2017 alle 10:29 sul giornale del 28 marzo 2017 - 2190 letture

In questo articolo si parla di cultura, poesia, primavera, poesie, articolo, marinella cimarelli, jesi in rima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHRO

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima