Jesiamo: JesiOra, al servizio della nostra città

Massimo Bacci 28/03/2017 - Impegno, onestà, coerenza, lealtà, esempio, apertura e rispetto, interesse per la collettività. Sono i cardini sui quali Massimo Bacci e gli assessori hanno impostato il mandato. Valori alla base della ricandidatura a sindaco lanciata ufficialmente ieri sera, lunedì 27 marzo, a palazzo dei Convegni.


«Principi che riteniamo imprescindibili, che chiediamo e pretendiamo da tutti coloro che faranno parte della squadra – ha detto Bacci -. Non vogliamo vincere a tutti costi, non ci interessano compromessi, non miriamo a scalate politiche. Non vogliamo, insomma, assomigliare a chi ci ha preceduto. Il nostro obiettivo è governare, fornendo ancora il nostro contributo alla città nella quale siamo nati, cresciuti e che amiamo. Se non ci riusciremo, ci siederemo sugli scranni dell'opposizione in maniera costruttiva e torneremo alle nostre abituali attività».

Affiancato dagli assessori Luca Butini (Cultura), Ugo Coltorti (Sport-Commercio), Mario Bucci (Urbanistica-Lavori Pubblici), Cinzia Napolitano (Ambiente), Marisa Campanelli (Servizi alla persona), Rolando Roncarelli (Partecipazione), Bacci ha illustrato ai tanti cittadini accorsi le molteplici azioni realizzate durante questi cinque anni. «Abbiamo chiamato l'evento “Jesiora” - ha spiegato -, perché questa è una città in movimento. Ci teniamo a raccontare da dove siamo partiti, cosa abbiamo fatto e dove vogliamo andare».

Impossibile non partire dal bilancio. «Senza i conti a posto si può fare ben poco», ha rimarcato il sindaco, segnalando la riduzione dell'indebitamento, passato da 26 milioni a 15 milioni dal 2012 al 2017, nonostante un taglio di risorse quantificabile, se confrontato al quinquennio precedente, di 30 milioni di euro, e gli oltre 3 milioni di euro pagati per sentenze di condanna relative a cause che si trascinavano da decenni (rispetto alle quali non era stato disposto alcun accantonamento). Ciò è stato possibile grazie al taglio di sprechi, sacche di privilegi e spese improduttive (circa 10 milioni di euro), alla riduzione dei dirigenti, alla lotta all'evasione fiscale (recuperati 4,5 milioni di euro), alla chiusura delle società partecipate in perdita (Campo Boario, Arca Felice). Anche la tassazione locale è diminuita (-78 euro a cittadino).

Un Comune senza cancelli
Il mandato è iniziato rimuovendo le sbarre in ferro poste dai predecessori nell'atrio del municipio. Sono aumentati i servizi al pubblico a seguito dell'estensione degli orari, malgrado la riduzione del personale di 74 unità, oltre il 23%, dal 2012 (causa pensionamenti). Per garantire una informazione più veloce, sono state sviluppate nuove modalità di comunicazione: Facebook, Whatsapp (quasi 8 mila cittadini iscritti), Municipium (5 mila iscritti), Twitter e Telegram. È stato quindi redatto il Piano di Emergenza comunale di Protezione Civile e trasmesse in streaming le sedute del consiglio comunale.

Sviluppo economico
Tasse azzerate per tre anni per chi apre una nuova attività in centro e nei borghi storici: è la cosiddetta “No tax-zone” e sono una ventina all'anno le attività che ne hanno beneficiato. A questa iniziativa è stato affiancato il Fondo regionale di Garanzia (coinvolte 87 aziende della città, per 388 dipendenti, che hanno ricevuto finanziamenti per 4,2 milioni). Sono inoltre stati previsti incentivi per le imprese che assumono a tempo indeterminato e ri-acquisita la gestione della fiera di San Settimio (risparmio annuo di 30 mila euro rispetto alla gestione esterna).

Sicurezza
Saranno più di settanta le telecamere di videosorveglianza urbana attive entro maggio, la metà delle quali già operative. E a breve le immagini approderanno pure nel nuovo commissariato: la Polizia di Stato ha infatti ritenuto opportuno, alla luce del considerevole numero di occhi elettronici attivi da Porta Valle alla stazione ferroviaria, di avvalersi di tale opportunità, fornendo così un supporto qualificato agli agenti della Polizia Locale, che grazie all'Ufficio Mobile stanno presidiando adeguatamente la città. Si è scelto di non acquistare autovelox, ma il dispositivo “Targa System” che consente di verificare, in tempo reale, se i veicoli in transito sono in regola con la revisione e l'assicurazione.

Servizi alla Persona
Grande attenzione è stata posta sulle fasce più fragili della popolazione. È stato aperto il centro per portatori di handicap Maschiamonte e presto sarà inaugurato il centro per malati di Alzheimer. Le risorse destinate al sociale, del resto, sono le uniche ad essere aumentate nei cinque anni, passando da 2,6 a 2,8 milioni. È stata riaperta la Casa delle Genti per persone senza fissa dimora e attivato il progetto “Spreco Zero”, premiato a livello nazionale, per non gettare il cibo non utilizzato dai supermercati e nelle mense scolastiche. Per i giovani è stato attivato con ottimi risultati il Job Club, al fine di agevolare la prima occupazione, mentre per gli over 45 disoccupati è stato lanciato un progetto di coinvolgimento nelle manutenzioni urbane.

Una città amica dei bambini
Potenziato il Piedibus, riqualificate le aree giochi nei parchi, finanziabili attraverso il 5x1000, introdotti i pannolini lavabili negli asili nido. Riorganizzate le mense scolastiche, azzerando le disparità di trattamento del passato: ora vi una cucina unica che fornisce i pasti per tutti, monitorati quotidianamente da una commissione composta da genitori e insegnanti. Sull'edilizia scolastica sono stati investiti più di 4 milioni di euro. Accanto alle manutenzioni ordinarie e straordinarie, vanno citati gli interventi infrastrutturali alle scuole Mazzini, Garibaldi, Leopardi, Cappannini, Aquilone, Collodi, Conti, oltre ad aver individuato area e risorse per la nuova Lorenzini. Tutte le scuole, oggi, sono dotate di defibrillatori, così come gli impianti sportivi.

Integrazione
Grazie a un accordo con gli istituti comprensivi, gli alunni stranieri sono distribuiti in tutti i plessi della città, evitando la concentrazione degli stessi nei quartieri a sud-est. Proficuo il rapporto con la comunità musulmana.

Opere Pubbliche e Urbanistica
Sono state pianificate manutenzioni costanti di strade, marciapiedi, caditoie e aree verdi, a differenza di quanto accadeva in passato. Fra i lavori più consistenti, la riqualificazione di piazza Oberdan, il rifacimento di via Mazzini e di via Garibaldi, l'asfaltatura di una parte di viale della Vittoria, la sistemazione del parcheggio Mercantini, reso gratuito, e il restyling dell'area carrabile di Corso Matteotti. Previsti incentivi per la riqualificazione in chiave sostenibile dell'esistente.

Ambiente
Dieci i chilometri di piste ciclabili realizzati in città. Sono stati quindi elargiti contributi a fondo perduto per l'acquisto di biciclette, avviate azioni per la riduzione dell'inquinamento e dimezzati i costi di abbonamento degli autobus urbani. Anche il Comune si è dotato di dieci biciclette a pedalata assistita, utilizzate quotidianamente da assessori e dipendenti.

Cultura
“Contenitori” e contenuto. È stata inaugurata la Salara di palazzo della Signoria, “restituendo” contestualmente alla città Palazzo Santoni, il museo Colocci e altri luoghi ricchi di valore. Palazzo Honorati Carotti diventerà sede di un centro per la didattica musicale. Restaurato poi il patrimonio culturale attraverso l'Art Bonus (i primi in Italia a farlo). Relativamente alle iniziative, sono stati attivati svariati progetti nei quartieri, per i giovani e a sostegno della memoria storica. A breve saranno inaugurati il nuovo Museo Archeologico e il museo multimediale dedicato a Federico II.

Sport e Turismo
Jesi è città europea dello sport, grazie alle circa 120 società sportive operative (quasi 18 mila tesserati, pari al 43,65 della popolazione, che svolgono attività su 30 impianti pubblici ed altrettanti privati). Così è nata la Notte Azzurra dello Sport e i tanti eventi a essa correlati. Sono stati messi a norma e riqualificati la piscina comunale, la palestra Carducci, il palazzetto dello sport, il palascherma ed è stato realizzato un nuovo campo da rugby. Siglati importanti accordi inoltre con le compagnie di navigazione per portare i croceristi in città. In costante crescita i visitatori. Aprirà entro l'estate il polo enogastronomico regionale.

Proiettati al futuro
Fra i grandi progetti, già delineati, il rilancio dell'area ex Sadam, dove sorgeranno, fra le attività previste, il nuovo palascherma e il centro di produzione degli allestimenti per gli spettacoli dal vivo. L'Interporto diventerà la sede della Protezione Civile regionale e un importante polo logistico della sanità marchigiana. Entro l'anno verrà inoltre abbattuto l'ex ospedale di viale della Vittoria.
Proseguiranno le manutenzioni ordinarie e straordinarie, perché sono i piccoli accorgimenti a rendere “grande” una città. Che si riconosce nel suo centro storico. Partirà infatti la riqualificazione di Corso Matteotti e piazza della Repubblica, nella quale è prevista la realizzazione della nuova piazza Pergolesi, dove sedersi, ascoltare musica e assistere a spettacoli, che permetterà di valorizzare la chiesa di San Niccolò e il monumento dedicato al compositore. Da rafforzare ulteriormente, infine, la digitalizzazione del Comune e, normative permettendo, il ricambio generazionale dello stesso.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2017 alle 23:06 sul giornale del 29 marzo 2017 - 1669 letture

In questo articolo si parla di attualità, Jesiamo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHWL