Maiolati: M5S 'Il PD mette in ginocchio il Cis e la Vallesina'

movimento 5 stelle m5s 28/03/2017 - CIS Srl e Comuni soci illustrino ai cittadini l’allarmante situazione finanziaria della partecipata legata a doppio filo con i fondi Sogenus.

Il 31 marzo prossimo, cioè tra quattro giorni, CIS Srl, tramite l’Assemble dei 12 Comuni soci, dovrà per legge approvare il bilancio di previsione 2017, fortemente condizionato, come per i decorsi esercizi, dagli utili Sogenus.

Al proposito, riportiamo testualmente quanto dichiarato all'assemblea OIC del CIS, il 15 dicembre scorso, dal nuovo Presidente della partecipata, Ing. Piermattei, che evidenzia come “ … la situazione economica di CIS si trova in una fase critica: l'equilibrio economico della società è infatti FORTEMENTE dipendente dagli introiti provenienti ... dai risultati della partecipata Sogenus (di cui CIS è socio al 38%)”. Poi, circa la situazione di Sogenus Spa., “… AUSPICA che le proposte di varianti presentate dal Comune di Maiolati tese ad incrementare la capacità di abbancamento nel sito attuale ottengano esito positivo e che si possa superare l'attuale diniego espresso dalla Provincia all'ampliamento della discarica, ALTRIMENTI si prospettano PROBLEMI.”.

Aggiorniamo il Presidente Piermattei, informandolo che il diniego della Provincia ha avuto l'ulteriore conferma nella sentenze del TAR Marche n. 63/2017 e n. 72/2017 che hanno respinto i ricorsi, sia del Comune di Maiolati che di Sogenus Spa. Inoltre, anche il progetto di ampliamento “altezza” tarda a concretizzarsi.

Ora, mentre la scadenza del bilancio di previsione è prossima, emerge la drammaticità della situazione, riportata per anni nelle relazioni del Collegio dei Revisori dei Conti, indirizzate al Presidente di CIS Srl ed a tutti i sindaci dei Comuni soci, rimasti per tutto questo tempo sordi, ciechi e muti, di fronte alle seguenti allarmanti parole dell’Organo di revisione contabile:

“Si evidenzia ancora l'impatto strategico dei risultati della gestione di questa partecipata (Sogenus) sul mantenimento degli attuali equilibri di bilancio di CIS e, indirettamente dei suoi soci,....per questo è doveroso insistere sul corretto esercizio della governance della partecipata e su un costante e diretto monitoraggio della sua capacità di produrre utili, che, qualora venisse meno, comporterebbe pesanti perdite di bilancio per CIS e conseguenti pesantissimi aggravi sui bilanci dei Comuni soci di CIS che, per mantenere l'attuale standard di servizi ricevuti, dovrebbero erogare prezzi decisamente più elevati.”

Il Presidente Pieramattei ed i Sindaci dei Comuni soci sono tenuti, ora, ad informare i cittadini dei problemi finanziari della società partecipata, a fornire spiegazioni su come intendono redigere il bilancio di Cis Srl in pareggio e sulle eventuali criticità dei servizi erogati e possibili ricadute tariffarie sulle famiglie.

Una gestione, anche economica, del territorio basata esclusivamente sull’interramento dei rifiuti, ora arrivata al collasso, una politica di una irresponsabilità disarmante che creerà difficoltà economiche ed occupazionali alle famiglie. In tutto questo il PD locale, salvo rare eccezioni, ha svolto un ruolo estremamente negativo: sindaci e amministratori dei diversi Comuni dovranno rispondere del loro operato ai cittadini, perché un partito non può governare solo per se stesso e per i suoi fidi personaggi.


da Movimento 5 Stelle Maiolati Spontini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2017 alle 23:39 sul giornale del 29 marzo 2017 - 1707 letture

In questo articolo si parla di attualità, Maiolati Spontini, Movimento 5 Stelle, M5S

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHWX