Solidarietà in Vallesina, significativa iniziativa del Lions per sostenere il volontariato

24/04/2017 - Significativa iniziativa del Lions club di Jesi per sostenere l’attività dell’associazione “Solidarietà in Vallesina”che raccoglie e distribuisce cibo a favore di coloro che soffrono per il lungo periodo di crisi che ha sconvolto centinaia di famiglie anche nella Vallesina.

I soci del club Lions si sono ritrovati presso il magazzino dove viene stoccato il cibo raccolto giornalmente che viene donato con tanta generosità da attività commerciali ed aziende del territorio ed hanno assistito a due importanti performance prima di ascoltare il firmatario della recente legge nazionale sulle spreco alimentare on. Piergiorgio Carrescia. Il compositore jesino Marco Santini, un virtuoso del violino, ha deliziato i presenti con alcuni brani fra cui “Il Cristo delle Marche” eseguito per la prima volta al Pantheon di Roma davanti alle più alte cariche dello Stato; brano che ha ricevuto i complimenti ed il ringraziamento da Papa Francesco che ha ascoltato questo brano con queste parole: ”che il suono del tuo violino diventi una lode al Signore del creato e che il Cristo delle Marche sia fonte di benedizione per te e per chi lo ascolta”.

Marco Santini si è esibito in molti paesi d’Europa, Brasile, Russia, Stati Uniti, Cina e Mongolia, Lussemburgo ed Australia e le sue opere sono utilizzate da Rai, Rai International, Mediaset, TV2000 come colonna sonora per spettacoli teatrali.

Poi ha preso la parola Michele Gilebbi, il creatore di Nana, piccolo bistrò di Senigallia (nome di ispirazione da una poesia di Garcia Lorca) conosciutissimo in tutta Italia non solo per aver vinto il prestigioso premio nazionale dei barawards riservato a locali come il suo ed arrivato secondo nella categoria “chef”. Il new bistrò è una nuova formula di ristorazione dove la semplicità dell’offerta coniuga una ristorazione di alto livello a prezzi contenuti. Michele Gilebbi ha parlato come nel suo locale si rispettino le norme anti spreco del cibo proprio perché la formula del bistrò è condita da un ristretto e ricercato menù che si adatta di volta in volta alla disponibilità delle materie prime di stagione. Nella circostanza ha offerto ai presenti un saggio di due sue prelibatezze.

L’on. Carrescia infine si è soffermato su alcuni passaggi della nuova legge molto significativi permettendo un confronto con i soci del Lions di Jesi. In chiusura della serata i professori della scuola alberghiera di Cingoli insieme al personale della pro loco di Castelbellino hanno ideato e servito un self service realizzato con una modestissima parte del cibo raccolto ed il ricavato del cena pagata dai soci del club jesino è stato donato all’associazione “Solidarietà in Vallesina”. Il Lions da tempo sostiene questa iniziativa avendo contribuito all’acquisto del furgone per il trasporto del cibo e per il recente acquisto di un imponente surgelatore. Il presidente del Lions club di Jesi Paolo Mariani ha ringraziato tutti i presenti per la partecipazione e per aver preso coscienza di quanto i volontari dell’associazione stanno facendo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-04-2017 alle 16:33 sul giornale del 26 aprile 2017 - 1551 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aIJ4