'Canto contro', al Teatro Moriconi la storia del tenore partigiano Nicola Stame

Canto contro a Jesi 29/04/2017 - L’iniziativa è organizzata in collaborazione con ANPI Jesi, LIBERA Jesi, Istituto Gramsci Marche e ARCI Jesi-Fabriano, con il sostegno del Comune di Jesi e si svolgerà sabato 29 aprile, ore 21, presso il Teatro Valeria Moriconi di Jesi. Ingresso gratuito.


Lo spettacolo teatrale CANTO CONTRO, di Mauro Gozzi, è tratto dal libro di Lello Saracino “Il tenore Partigiano”, e ripercorre la storia di Nicola Stame.
Cantante lirico di grande spessore, ebbe la carriera gravemente pregiudicata dalla polizia politica fascista, che nel 1939 lo arrestò al Teatro lirico di Roma durante le prove generali della Turandot. Quattro mesi di carcere e poi il servizio militare in Aeronautica, sino all’8 settembre 1943.
Il tenore avrebbe potuto partire per gli Stati Uniti, dove era in programma una sua tournée, ma preferì restare a Roma, per battersi contro i nazifascisti con i suoi compagni di “Bandiera Rossa”.
Arrestato e portato in Via Tasso, Nicola Stame vi fu a lungo torturato. Condannato alla deportazione in un lager nazista, si trovava nel carcere di Regina Coeli quando i tedeschi lo scelsero per eliminarlo, con altri 334 patrioti, nella rappresaglia delle Fosse Ardeatine.

L’evento si inserisce all’interno delle iniziative per celebrare la Festa della Liberazione Italiana dalla occupazione dall’esercito tedesco e dal governo fascista nel 25 aprile 1945.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2017 alle 15:27 sul giornale del 29 aprile 2017 - 835 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Arci Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aITF