Chiaravalle: niente concordato per la Manifattura Tabacchi, a rischio quasi 80 dipendenti

Manifattura Tabacchi Chiaravalle 1' di lettura 28/11/2017 - Revocata dal Tribunale fallimentare di Ancona la procedura di concordato preventivo.

Per la MIT, storica manifattura chiaravallese, ora sarà quasi impossibile evitare il fallimento.

Prelievi anomali e 20mila euro di uscite non documentate, secondo i commissari della procedura di concordato (inziata nel 2016), che avevano già bloccato l'adunanza dei creditori in vista di una possibile revoca del concordato preventivo, unica ancora di salvezza della storica azienda chiaravallese.

Ora i quasi 80 dipendenti sono a serio rischio, poiché incerto è il futuro della manifattura, a cui si aggiungono perdite per il territorio in termini di indotto.
Un grosso colpo per una comunità, quella chiaravallese, cresciuta attorno allo sviluppo commerciale della manifattura, aperta dal 1759 e che ha dato lavoro a generazioni di cittadini.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2017 alle 09:42 sul giornale del 29 novembre 2017 - 2216 letture

In questo articolo si parla di lavoro, jesi, fallimento, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPm7