Il sindaco Bacci: '2018 anno importante'. Ecco le opere previste

30/12/2017 - Nei piani dell'amministrazione comunale per il 2018 importanti interventi di edilizia scolastica, nuova illuminazione pubblica e un occhio sempre attento al sociale. Al via i lavori in piazza Pergolesi, che perderà l'edicola.

Il bilancio di fine anno del sindaco Bacci parte dai ringraziamenti a chi lo ha accompagnato nella precedente legislatura e a quelli presenti: "Un risultato straordinario, non dimentichiamo cosa rappresentiamo oggi rispetto a 5 anni fa..quando terminerà anche questo secondo mandato lasceremo un segno profondo, mi auguro legato alla gestione della politica cittadina fatta da modalità diverse rispetto a come viene gestita la cosa pubblica nel nostro paese".

Il 2017 è stato un anno di continuità. "Parto col dire che era doveroso portare avanti l'assetto del bilancio cittadino. I debiti saranno ridotti a circa13mln nel 2018. I servizi sono aumentati, soprattutto quelli alla persona con la fortunata e proficua esperienza dell' Asp.
La genesi di queste realtà è complessa e iniziata prima di noi, ma abbiamo attivato tante collaborazioni, e da 10mln di spesa nel sociale siamo arrivati a 15mln
".

Così Bacci, sempre più convinto che "solo unendo i servizi si possono ottenere risultati straordinari per economie e qualità dei servizi stessi. Superata la fase elettorale, ci siamo impegnati affinché tutti i comuni dell'ambito potessero collaborare per attivare servizi importanti. Erano 17 i comuni presenti nell' ultimo incontro". Il sindaco anticipa che verrà fatta una importante proposta politica: unire gestione personale, informatica e protezione civile. "Un obiettivo che vorremmo centrare, saremo propositivi e punto di riferimento per il sociale dell'ambito".

Importanti attività legate al perimetro cittadino saranno orientate a recuperare il deficit oggettivo dal punto di vista informatico. Informatizzare e digitalizzare l'ente sarà infatti un passo necessario per comunicare con il cittadino soprattutto con il calo del personale, che scenderà sotto le 250 unità nel 2018.

Il 2018 sarà l'anno di avvio dei lavori di piazza Pergolesi per poi procedere con il corso. "Dobbiamo raccogliere fondi dalle casse comunali, sarà difficile ma non possiamo e non vogliamo lasciare il Centro nel degrado". Seppur nel progetto iniziale era prebista l'edicola, che attualmente è sprovvista delle autorizzazioni che sono scadute, non verrà più collocata nella nuova piazza.

Verrà avviato un importante progetto di illuminazione pubblica, per circa 6 mln. Sarà incrementata la videosorveglianza in tutta la città, con l'installazione di oltre 300 nuove telecamere. "Prima di tutto nei giardini pubblici perché è inaccettabile sistemare giochi e panchine e ritrovarli distrutti dopo una settimana. Saranno anche utilizzati dei nuovi sistemi di controllo delle auto che entrano in città e semafori intelligenti che favoriranno l'attraversamento pedonale per disabili d non vedenti. E poi sensori per misurazione inquinamento, parcheggi..".

L'attenzione dell'amministrazione è rivolta anche alla casa di riposo: "Grazie ad un affidamento in house all'Asp recupereremo la struttura che raddoppierà la capacità dato che ci sono stati assegnati anche 25 posti di RSA.
Anche i cimiteri cittadini, che presentano tante criticità, saranno oggetto di intervento. Una città che non rispetta chi non c'è più non ha dignità
".
Questi ultimi interventi saranno possibili grazie alla collaborazione coi privati, come avvenuto per l'Art Bonus. "È l'unico modo per poter realizzare opere importanti".

Gli interventi di edilizia scolastica invece saranno finanziati dal comune, grazie alla nuova legge di stabilità. La prima è la Lorenzini, un intervento di oltre 5 mln per ricostruire la scuola e una nuovapalestra che sarà a servizio di tutta la città. Toccherà anche alla scuola "Martiri della libertà" per 450mila euro e alla "Duca Amedeo di Savoia", un intervento di oltre 700mila euro.
"Solo l'equilibrio contabile che abbiamo raggiunto ci permette di fare tutto questo".

Il sindaco ricorda anche che sarà possibile recuperare una nuova area dopo l'abbattimento della struttura del vecchio ospedale. "Siamo ancora in attesa, anzi un po spazientiti..quegli spazi saranno molto utili per la città".

In tema di turismo, a febbraio sarà inaugurato il nuovo centro enogastronomico. "Ora abbiamo una buona offerta culturale per i cittadini e per i turisti con Salara, Museo archeologico e Stupor Mundi".

"Auguro a tutti i cittadini un buon anno, con la certezza che faremo un importante salto di qualità e che potremo sempre guardarci negli occhi, cosa a cui tengo molto", conclude il sindaco.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it




Questo è un articolo pubblicato il 30-12-2017 alle 20:59 sul giornale del 02 gennaio 2018 - 3535 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQjq