x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Monte S. Vito: Amo il mio paese 'Anno nuovo, storie vecchie'

4' di lettura
1965

da Amo il mio paese
lista civica


AbbiAMO aspettato e per un certo verso sperato fino all’ultimo giorno confidando nella classica “carrellata” di atti di fine anno ma niente.

Da mesi è calato un preoccupante (e per qualcuno comodo) silenzio sia per la questione della vacanza (e mancata sostituzione) del Comandante della Polizia Municipale sia per quella del Responsabile dell’ufficio tecnico.

Il primo, è vacante ufficialmente dal 18 settembre quando il Dott. Martelli (Comandante per un anno dal 1/8/2016 al 17/09/2017) ha iniziato a prestare servizio presso l’Unione del Misa Nevola dove oggi ricopre il ruolo di nuovo comandante.
Da quel momento, l’interim è stato assunto dal Segretario comunale che di fatto firma tutti gli atti della Polizia Municipale.
Un fatto peraltro non nuovo poiché già verificatosi in precedenza ovvero prima dell’arrivo del Dott. Martelli dove caso analogo era avvenuto con l’abbandono precoce dell’allora Comandante Dott.ssa Capponi.

Una situazione temporanea la cui temporaneità non è definita né definibile e pertanto del tutto “relativa” e per cui all’orizzonte non solo non ci sono novità ma nemmeno notizie (da rilevare solo un timido tentativo con Monsano fallito ancor prima di nascere).

Per tale motivo, trascorsi 3 mesi di nulla, ribadiAMO con forza la non ulteriore procrastinabilità che la Polizia Municipale debba avere un suo Comandante o Responsabile. Tale ruolo inoltre non puó a nostro parere essere ricoperto dal Segretario comunale poiché non in linea rispetto a quanto previsto dalla LR nr.1/2014 che all'art.12 comma 2 cita chiaramente che “ L’incarico di comandante del corpo può essere attribuito agli appartenenti ai servizi o ai corpi di polizia locale o ad altri soggetti aventi analogo profilo professionale di comprovata esperienza con riferimento agli specifici compiti loro affidati e alla complessità dell’ente di appartenenza. Tale incarico è incompatibile con lo svolgimento di altri compiti o incarichi all’interno dell’ente di appartenenza, compresa la dirigenza di settori che non siano quelli della polizia locale”.
RiteniAMO altresì l'attuale status potenziale anomalia che viene acuita anche dalla mancanza di atti in merito e dal fatto che tutti gli altri Responsabili di settore all'interno dell'Ente sono provvisti di un sostituto nominato mentre guarda caso quello della Polizia Municipale no. Un fatto che ,ulteriormente prolungato, rischia di ledere l’attività e l'efficienza del nostro corpo della municipale, e che ci ha portato a presentare una interrogazione scritta per capire le intenzioni dell'Amm.ne.

L’altro fronte scoperto è quello del Responsabile dell’Ufficio Tecnico questo invece caduto nel silenzio tombale oramai da 5 mesi a seguito della rinuncia di un professionista che era risultato idoneo alla selezione fatta all'uopo dall’Amm.ne e che avrebbe dovuto iniziare a prestare servizio dal 3 Luglio salvo poi rinunciarvi ancor prima di iniziare..
Da quel momento, l’Amm.ne per colmare il “vuoto” decise di dare la posizione di responsabile del settore vacante all’ufficio tecnico al Geom. Caimmi - che già deteneva quella di Responsabile del 3 settore sempre nel medesimo ufficio (già perché nella metropoli monsanvitese vantiamo ben 2 responsabili per un ufficio tecnico da 5 dipendenti!) fino al 31/12/2017 -.
Ovviamente, ci aspettavAMO che entro tale data qualcosa fosse fatto o quantomeno, trapelasse qualche novità e invece anche qui delusione e rammarico.
Nel frattempo, Montemarciano Comune a noi limitrofo e con lo stesso problema, ha prima indetto un avviso di mobilità al fine di reperire una figura con cui ricoprire il ruolo di responsabile dell’Ufficio tecnico vacante e poi (essendo l’avviso andato a vuoto), in questi giorni ha indetto un concorso pubblico.
Chissà forse Monte San Vito aspetta (e spera) in una convenzione con Montemarciano una volta che quest'ultimo nominerá il suo responsabile?

Eppure, i nostri efficienti amministratori dovrebbero sapere (perché sono loro stessi che lo dicono) che l’Ufficio Tecnico è uno degli Uffici nevralgici di un Comune.
Il nostro peraltro è stato messo a dura prova negli ultimi mesi dalle difficoltà emerse a seguito del sisma, opere pubbliche e dalle numerose pratiche edilizie da cui cagionano cospicui ritardi (ricordiAMO che per tale motivo è stata anche recentemente abolita la Commissione edilizia) elementi questi che sottolineano maggiormente come la figura di un Responsabile sarebbe quantomeno opportuna e anzi fondamentale per la gestione dell’ufficio ma soprattutto al fine di definire una volta per tutte una situazione che da troppi mesi (sin dall’inizio del mandato 2014) viene rattoppata maldestramente con insuccesso ed incoerenza sotto l’egida di una manifesta confusione.

L’auspicio, è che il 2018 porti finalmente a Monte San Vito le figure di cui l’ente ha bisogno ma soprattutto, che porti con sè maggior raziocinio e lungimiranza per chi ci governa



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-01-2018 alle 15:13 sul giornale del 05 gennaio 2018 - 1965 letture