Quantcast

Dati Confartigianato in Vallesina: 'Ripresa faticosa per l’artigianato, in affanno costruzioni e manifattura'

2' di lettura 22/01/2018 - Tasse e burocrazia i principali ostacoli, difficoltà delle neoimprese a consolidare l’attività.

Un sistema produttivo che fatica a ripartire. L’artigianato della Vallesina è in segno negativo, calano le imprese, e i comparti storici, come le costruzioni e il manifatturiero, sono in maggiore difficoltà. Le aziende artigiane, da sempre il motore di sviluppo di tutto il territorio, non intendono però mollare la presa e chiedono misure concrete e importanti per tornare a crescere.

Questo il quadro che traccia Giuseppe Carancini, responsabile dell’ufficio jesino della Confartigianato alla luce dei dati più recenti sulla composizione e sulla dinamica dell’artigianato nella Vallesina. Secondo l’elaborazione dell’Ufficio Studi della Confartigianato su dati Unioncamere – Infocamere nel III trimestre del 2017 hanno cessato attività sul territorio 36 imprese artigiane a fronte di 20 iscrizioni con un saldo di nati-mortalità negativo (-16).
In campo negativo tutti i settori: costruzioni -7, manifatturiero -6, servizi alle persone -2, servizi alle imprese -1.
Si nota la flessione rispetto all’annualità precedente. Al terzo trimestre del 2016 le aperture (30) avevano, seppure di poco, superato le chiusure (28).
Se si considera inoltre il numero delle attività artigiane registrate in Vallesina, sono calate da 2.106 a 2.077 in un anno.

Le principali criticità ancora non sono state superate – continua Carancini della Confartigianato – le imprese hanno voglia di reagire ma trovano sul proprio cammino troppi ostacoli, a cominciare dalla pressione fiscale e dalla burocrazia, a cui pagano un alto prezzo in termini di risorse e di tempo. Su questi elementi è necessario intervenire, mettendo mano a misure che possano sostenere il sistema produttivo, con azioni, per quanto fattibile, di defiscalizzazione e di sburocratizzazione, di detassazione degli investimenti. Le nuove imprese inoltre vanno incentivate, e aiutate a consolidare la propria attività.
Riteniamo fondamentale per la ripresa economica del territorio – conclude Giuseppe Carancini della Confartigianato - il rafforzamento del comparto artigiano che da sempre è alla base del sistema territorio e imprescindibile asset di sviluppo, data la capillarità della sua presenza, la capacità di creare occupazione, la sua fondamentale funzione sociale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2018 alle 09:19 sul giornale del 23 gennaio 2018 - 414 letture

In questo articolo si parla di lavoro, confartigianato, jesi, Vallesina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aQUB





logoEV
logoEV