Quantcast

Chiaravalle: amministrative, Rifondazione 'Per amor di verità'

Elezioni comunali 2' di lettura 24/04/2018 - Mai come stavolta l’appuntamento elettorale amministrativo a Chiaravalle si è caratterizzato per un maleducato rincorrersi di personalismi, pettegolezzi, insinuazioni, minacce di querele. In questo clima muore la verità e può crescere la calunnia.

Rifondazione Comunista in tutti questi anni, per intenderci dalla sua nascita (1991), ha preferito il confronto sulle cose e sulle idee, un percorso che per coerenza ad esse l’ha vista sempre all’opposizione, scegliendo la chiarezza degli obbiettivi invece che inutili compromessi. Questa collocazione, pur difficile, ha dato anche dei risultati, tant’è che, se oggi si discute di urbanistica mettendo a critica scelte fatte, questo lo si deve alle problematiche e alle osservazioni poste nel tempo dai suoi consiglieri.

Questo impegno ci ha fatto sollevare questioni che purtroppo sembrano appassionare poco la politica cittadina, dalle vicende della sanità pubblica (il lento svuotamento delle funzioni dell’Ospedale Montessori), alla necessità di una risposta urgente alle tante sacche di disagio sociale e povertà, al bisogno di cercare occasioni di occupabilità in una popolazione dove precarietà e disoccupazione hanno cifre drammatiche, alla mancata valorizzazione di grandi opportunità come la Fondazione Montessori.

Il riconoscimento del nostro lavoro critico e propositivo ha portato nei mesi scorsi l’associazione Chiaravalle più bella, levatrice della lista Chiaravalle Domani, a chiederci incontri e confronti, con l’eventuale obiettivo di concorrere insieme una proposta di programma e di governo per la città. Non ci siamo sottratti e, in varie forme abbiamo iniziato questo dialogo, senza pregiudiziali ma con chiarezza. Abbiamo chiesto, in questo senso, un profilo programmatico che sviluppasse la partecipazione, una collocazione ideale che ponesse senza equivoci la proposta a sinistra. Ci sono stati appuntamenti di verifica che hanno evidenziato differenze, ma che noi non abbiamo mai chiuso, e la cui risposta implicita è una formazione civica alla quale concorrono, indifferentemente, soggetti della più varia estrazione ed anime politiche.

A fronte di ciò, in questi giorni, personaggi vari accusano sui social Rifondazione Comunista e la sua coerenza di rappresentare un sostegno implicito al PD e alla sua lista. Strano ragionamento. Infatti a Chiaravalle Rifondazione è stata ed è l’unica forza politica costantemente presente, capace d’iniziativa e sempre differentemente distante da chi ha governato o sgovernato la città.

Parteciperemo a questa tornata amministrativa, consapevoli dei nostri limiti ma certi di poter dare anche in questa forma un grande contributo di proposta alla città e, soprattutto, una sponda sicura a chi vuole con noi costruire l’alternativa allo stato di cose presenti.


dal Partito della Rifondazione Comunista Chiaravalle





Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2018 alle 11:50 sul giornale del 26 aprile 2018 - 1333 letture

In questo articolo si parla di politica, elezioni comunali, Partito della Rifondazione Comunista Chiaravalle, amministrative, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aTUE





logoEV
logoEV