Quantcast

Le vie del Verdicchio partono dal museo Stupor Mundi

Verdicchio 2' di lettura 29/04/2018 - Una brochure con 88 cantine, indicate geograficamente, che da piazza Federico II, dal Museo Stupor Mundi, portano a degustare il re dei vini della Vallesina, il Verdicchio dei Castelli di Jesi.

L'appuntamento è per domenica 29 aprile alle ore 18,30 al Palazzo dei Convegni di Jesi in corso Matteotti. L'iniziativa, lanciata dall'associazione degli Amici del Verdicchio dei Castelli di Jesi - sodalizio nato a maggio 2014 da un gruppo di estimatori, con l'obiettivo di valorizzare, aggregare gli appassionati, creare una cultura del vino e del territorio da cui nasce – è stata fortemente voluta, perché la città di Jesi per disciplinare non può avere vigne.

"Quindi – spiega il Presidente dell’Associazione Amici del Verdicchio dei Castelli di Jesi Maurizio Ricci – il vino che viene prodotto a Jesi non è Doc Verdicchio dei Castelli di Jesi. Chi cerca il vino a denominazione di origine controllata, non viene a Jesi. E chi viene a Jesi, non sempre va nei Castelli acquistando quindi, il suo Verdicchio. Di qui l'idea delle vie che uniscono Jesi ai Castelli e il fil rouge a legare tutti questi percorsi e identità non poteva che essere Federico II".

Tutte le vie, tutti i percorsi, collegati alle cantine partono dal Museo Stupor Mundi. Le caratteristiche dell'Associazione, trasversale rispetto a tutti i Castelli e al di sopra di ogni interesse, hanno fatto sì che potesse lanciare la brochure. Un primo passo verso la creazione di itinerari culturali, turistici ed enologici nel segno del Verdicchio ma anche di Federico II. Il passo successivo sarà quello squisitamente burocratico alla Regione Marche per far diventare le Vie del Verdicchio le Strade del Vino Verdicchio, un brand ad hoc per il prodotto della Vallesina che si sposa al nobile vino in eccellenti matrimoni di gusto: olio, salumi, ortaggi e dunque, anche la creazione di un itinerario turistico basato sull'enogastronomia.

La brochure sarà presentata domenica 29 aprile alle 18,30 al Palazzo dei Convegni di Jesi (corso Matteotti), alla presenza del sindaco.

L'ingresso è libero.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2018 alle 09:08 sul giornale del 28 aprile 2018 - 718 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, museo stupor mundi, Amici del Verdicchio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aT38





logoEV
logoEV