Quantcast

Ponte S. Carlo chiuso per gli autobus, operatori chiedono alternative

1' di lettura 19/05/2018 - Le aziende interessate dall’ordinanza chiedono a Regione e Comune di Jesi di individuare rapidamente percorsi alternativi che riducano al minimo i disagi.

In seguito all’ordinanza con cui il Comune di Jesi ha stabilito, a partire dalle 9 di lunedì 21 maggio, il divieto di transito per bus e mezzi pesanti superiori alle 3,5 tonnellate su Ponte San Carlo che collega via Marconi con il quartiere Minonna, tutte le linee urbane ed extraurbane di Atma in transito lungo la direttrice Jesi – Santa Maria Nuova subiranno ritardi legati alle modifiche alla viabilità. Non si prevedono sospensioni di corse, ma la necessità di viaggiare lungo I percorsi alternativi indicati nel provvedimento potrebbe far saltare alcune coincidenze. Tutte le scuole interessate, per le quali lunedì mattina il trasporto sarà regolare, sono già state avvisate.

Le aziende interessate dall’ordinanza si stanno già attivando per sollecitare la Regione Marche e il Comune di Jesi ad individuare rapidamente una nuova definitiva soluzione che preveda percorsi alternativi in grado di ridurre al minimo i disagi, considerato il perdurare del problema insorto a causa delle precarie condizioni strutturali del ponte.

Per informazioni più dettagliate è possibile consultare i siti di Atma, Conerobus, e Crognaletti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2018 alle 22:59 sul giornale del 21 maggio 2018 - 1842 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, minonna, ponte san carlo, chiusura ponte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aUJJ





logoEV
logoEV