x

SEI IN > VIVERE JESI > CRONACA
articolo

Lucaboni, il furto subito e l'esigenza di maggior sicurezza

2' di lettura
3465

di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it


È stato la vittima di un furto ingente in casa sua, alcuni giorni fa. Ma il pensiero principale è andato al suo cane, che ha incontrato i ladri, e alla sua intimità violata.

I ladri si sono introdotti nell'abitazione del coordinatore di Forza Italia Massimiliano Lucaboni che oggi ritorna sull'argomento della sicurezza, chiedendo a gran voce maggior certezza della pena oltre a misure più concrete per far sentire al sicuro i cittadini.

"Il mio primo pensiero quando sono stato avvisato del furto in casa mia, ammetto è andato al mio Lucki, il cagnolino che era rimasto nell'appartamento. Nulla temevo invece per mia figlia, che si trovava a Bologna dove studia. L'idea che gli avessero potuto fare del male mi uccideva più di ogni altra cosa. Invece l'ho trovato sano e Salvo, chiuso in camera..ma la paura è stata tanta".

Cosa ha pensato subito dopo il furto? "Queste brutte esperienze ti fanno capire una cosa subito, che è giusto e sacrosanto difendere la propria casa, i propri affetti da chiunque intenda violarli. Salvaguardare se stessi e i propri cari, la propria casa, è il dovere primario di chiunque e se tu violi questo diritto ne devi pagare le conseguenze ed io devo essere sicuro di non subirne poi dallo Stato. La difesa è legittima, senza se e senza ma, quando in casa mia tu metti a rischio la mia vita e quella dei miei cari. Se avessero fatto del male al mio cane avrei messo una taglia su di loro".

Ora col nuovo governo che cosa si aspetta? "Spero questo governo faccia subito qualcosa in tal senso, per garantire maggior sicurezza ai cittadini e anche la garanzia che chi.commette un reato venga realmente punito".





Questo è un articolo pubblicato il 02-06-2018 alle 16:20 sul giornale del 04 giugno 2018 - 3465 letture