x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il latte a fumetti: torna il progetto 'A scuola di latte'

3' di lettura
467
da Tre Valli Cooperlat

Il progetto “A Scuola di latte” ideato dalla cooperativa marchigiana è giunto alla quarta edizione ed anche quest’anno premierà gli alunni che hanno raccontato le storie migliori in tema di alimentazione. Coinvolti 850 istituti e più di 15mila alunni, premiando 42 lavori.

Storie di latte raccontate dai più piccoli, genuine quindi come quel nobile liquido bianco che per i bambini rappresenta un elemento nutritivo graditissimo: le storie questa volta, si scrivono e leggono a fumetti, secondo la novità prevista nell’edizione 2017 – 2018 da “A scuola di latte”, il progetto ideato e realizzato, tappa dopo tappa, da Trevalli Cooperlat, dedicato agli alunni delle scuole primarie e giunto ormai al quarto anno di vita. Lo spirito del concorso è ben riassunto dallo slogan “Gioca e racconta”, spunto che i ragazzi hanno preso in parola, allineandosi ad esso con inventiva e creatività ed applicandosi con passione (e voglia di vincere, perché no) durante l’anno su di un progetto finalizzato a sensibilizzare sul tema della corretta alimentazione e su come riconoscere la valenza di un cibo rispetto ad un altro. Il tutto, ovviamente, partendo dai banchi di scuola, nel tentativo di crescere i più piccoli nel segno di uno stile di vita, alimentare in primis, sostenibile.

Un percorso quello di Trevalli Cooperlat che ha riscosso notevole successo come dimostrano i numeri che accompagnano l’iniziativa: in quattro anni sono state coinvolte 850 classi di nove province tra Marche ed Abruzzo, 15.500 alunni, sono stati realizzati 210 laboratori, valutati 470 progetti e premiati 42 lavori. Cifre importanti per un progetto che si è dimostrato anche social, con i 1.454 fan, 690mila reach (+ 152% rispetto al 2016/17), 7mila interazioni (+426%) rispetto al 2016/17.

“Negli anni abbiamo aperto e mantenuto tali le porte per le scuole – spiega Paolo Fabiani, Presidente di Trevalli Cooperlat - perché crediamo che possano essere i bambini i più ricettivi alla sensibilizzazione verso la cultura di una buona alimentazione e magari i più attenti anche nel trasmetterla ai propri genitori. Coinvolgere le scuole è stato pertanto determinante nella volontà di valorizzare il patrimonio del nostro territorio”.

In definitiva il progetto consiste in un gioco didattico composto da carte tematiche ("le Cartolatte", che riportano immagini che richiamano l’ambito agricolo e la filiera lattiero casearia, ma anche momenti di vita quotidiana, cibi, oggetti, contesti relativi al mondo dell’alimentazione) sviluppato per creare storie che ciascuna classe ha tramutato prima in sceneggiature (story-board) e poi in veri e propri fumetti. Ai primi 3 classificati di ogni regione saranno assegnati utili e moderne dotazioni tecnologiche per la scuola (LIM, PC e stampanti).

Inoltre, la prima storia delle tre premiate di ogni regione prenderà vita grazie alla mano di due disegnatori della scuola Comics di Jesi e di Pescara. I fumetti vincitori verranno mostrati in occasione di due feste finali realizzate presso le due scuole prime classificate delle due regioni.

Tutti dettagli e le informazioni utili sul progetto sono consultabili nel sito www.ascuoladilatte.it.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2018 alle 18:49 sul giornale del 05 giugno 2018 - 467 letture