x

SEI IN > VIVERE JESI > LAVORO
articolo

Prepararsi ad un meeting con un cliente: ecco la lista delle cose da non dimenticare

2' di lettura
322

di Redazione


Prepararsi ad un meeting con un cliente è un po’ come prepararsi per un appuntamento galante: alle volte bastano delle piccole accortezze per conquistarlo e per poter ottenere la sua totale fiducia. Si tratta di piccoli gesti e dettagli che possono però fare la differenza: lo faranno sentire a proprio agio, e al tempo stesso ci consentiranno di dimostrare la nostra professionalità.

Come prepararsi all’incontro con un cliente?
La prima e più importante fase è quella della profilazione: bisogna raccogliere quante più informazioni possibili su quella persona, per poter programmare un approccio tagliato su misura. I Social come Facebook sono ottimi strumenti per farlo, così come le ricerche su Google. Un altro elemento importante è la comunicazione pre-incontro: le email sono adatte per intavolare un dialogo formale, mentre i social sono pensati esclusivamente per le comunicazioni informali. Per realizzare un buon piano di vendita, invece, bisogna aver chiari gli obiettivi e le esigenze del cliente. Infine, attenzione all’importanza del biglietto da visita e delle brochure, e di tutto ciò che riguarda i materiali di comunicazione: servizi di tipografia online come Doctaprint consentono di ottenere prodotti personalizzati di alta qualità, capaci di testimoniare la vostra professionalità.

L’importanza della comunicazione nel meeting
Il meeting con un cliente vi darà l’occasione di giocarvi la carta della “presenza”: il linguaggio verbale e quello non verbale diventano dunque degli strumenti fondamentali per avere successo. Ogni professionista, quindi, dovrebbe essere in grado di saper comunicare se stesso e la propria attività o prodotto. La comunicazione, non a caso, è lo strumento più forte in ambito di vendite e promozione. I materiali visti poco sopra sono ottimi perché comunicano a loro volta la nostra attività: lo sono altrettanto i canali online, da sfruttare per definire la tipologia di prodotto o servizio in vendita, con un messaggio che sia chiaro e diretto. Anche la grafica comunica: per questo, dovrà essere univoca e in linea con il messaggio che si desidera lanciare.

Comunicazione integrata e coordinata
Ognuno degli strumenti di comunicazione deve agire in simbiosi con gli altri: questo perché ogni elemento partecipa alla percezione complessiva che il cliente ha di noi e del nostro business. Un po’ come avviene nei concerti, ogni “nota stonata” potrebbe fuorviarlo e far sorgere in lui dei dubbi. Per avere successo nei meeting con un cliente, dunque, il dubbio deve sempre essere messo fuori gioco: la conversione del cliente dipende infatti dall’idea che si farà di noi. Un’idea che è possibile plasmare – nel bene e nel male – con la nostra comunicazione.



Questo è un articolo pubblicato il 08-06-2018 alle 15:41 sul giornale del 08 giugno 2018 - 322 letture