contatori statistiche

Bravi (CRI): "Vaccini..una storia infinita"

Vaccini 2' di lettura 18/09/2018 - Non bastavano ordini e contrordini con decreti, circolari, emendamenti e, ultimamente, voto di fiducia al Mille Proroghe.

Ora dobbiamo attendere il parere dell'OMS che si riunirà a Roma dopo il 20 settembre. Certamente sarà la parola definitiva che esprimerà direttive scientifiche altamente qualificate, cui il mondo sanitario dovrà attenersi.

Possiamo manifestare la nostra soddisfazione nell'apprendere che l'Area Vasta 2, dopo aver sofferto un grave deficit nella copertura vaccinale negli ultimi anni, ha segnalato dati positivi. E, certamente, anche noi possiamo dire di aver contribuito ai recenti buoni risultati con l'obbligo vaccinale, senza il quale non avremmo potuto raggiungerli.

Certamente, sarebbe stato meglio se ci fosse stata una condivisione spontanea da parte dei "renitenti" a seguito delle frequenti e costanti informazioni comparse sui media con convegni ai quali, non sempre, hanno partecipato quanti a priori erano orientati negativamente.

Ora, in sei mesi, è stato registrato un aumento dell'1,6% dei bambini vaccinati con l'esavalente (polio, tetano, epatite B, haemophilus influentiae, pertosse e difterite) e del 1,5% per il vaccino antimorbillo, parotite e rosolia.

Esistono lievi differenze di copertura per ogni distretto territoriale, ma c'è un generale superamento al valore del 95%, che rappresenta il valore ottimale di copertura. Il dato medio dell'AV2 supera il dato regionale, ad eccezione della copertura per la varicella, ove si passa dal 22,3% di Jesi al 72,9% di Senigallia.

Non ci soffermiamo sulle ridicole e, a volte, comiche affermazioni di alcuni nostri governanti. Basti pensare alla Senatrice Taverna che, con il suo forbito eloquio, con linguaggio da trio o meglio da taverna, ha inveito contro i vaccinatori, affermando che grazie ai suoi cugini aveva raggiunto l'immunità. Poi ha detto che ha fatto vaccinare i suoi figli (forse non dispone più di cugini) e che il suo partito è stato sempre favorevole alle vaccinazioni. La sua memoria è debole infatti il suo grande politico, Grillo Senior, si era detto contrario nel 2013. Ora la Dott.ssa Grillo, Ministro della Salute ha pensato ad un obbligo flessibile per le vaccinazioni...non è colpa sua ma della sua Facoltà di Medicina ??? O di validi esperti del Ministero?

Le autocertificazioni sono un'aberrazione che ha stimolato 24 genitori a dichiarare il falso e speriamo che vengano giustamente sanzionati penalmente.

Abbiamo, comunque un record negativo in Europa: siamo il Paese con il maggior numero di decessi per tetano (30 casi), mentre numerosi sono i casi di complicazioni gravi per mancata vaccinazione antiinfluenzale negli adulti over 65.

Occorre proseguire la campagna di informazione a tutti i livelli....ed è quello che ci proponiamo.


da Dott. Francesco Bravi
Presidente Croce Rossa Italiana di Jesi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2018 alle 21:34 sul giornale del 19 settembre 2018 - 1359 letture

In questo articolo si parla di attualità, vaccini, vaccinazioni, Francesco Bravi, Croce Rossa Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aYvI