Chiaravalle: L'Isola interviene sulla applicazione del decreto sicurezza

decreto sicurezza decreto salvini matteo salvini 07/01/2019 - Viviamo un tempo per molti aspetti sicuramente buio. L’attacco e, peggio, l’indifferenza nei confronti dei diritti umani risultano oramai ordinaria amministrazione e non suscitano l’indignazione che dovrebbe sembrare ovvia.

Il pensiero va facilmente al notissimo e citatissimo testo: “Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.” Ecc. ecc. È tempo di dare concretezza alle parole, di dare coerenze agli enunciati: scegliere da che parte stare; e si può stare solo da una parte, quella della difesa dei diritti umani. Essere partigiani dei diritti umani è la sfida che dobbiamo vincere. E chi ha giurato fedeltà alla Costituzione, chi ha giurato di governare o amministrare sulla base di Essa non può certo esimersi non solo dal rispettarla ma dall’ applicarla. Per questo stiamo dalla parte dei sindaci che hanno preso posizione rispetto all’applicazione di una norma che viola i diritti di esseri umani; non solo i diritti dei migranti ma anche il diritto degli Italiani a vedere garantita la loro sicurezza con gli strumenti della democrazia; gli strumenti di tipo poliziesco lasciamoli fuori dal nostro modo di affrontare le questioni. Chiediamo che anche il Sindaco di Chiaravalle si schieri dalla parte di chi ha posto con forza il tema del rispetto dei diritti umani legati all’applicazione del così detto decreto sicurezza.


dall'Associazione culturale “Isola” 
Chiaravalle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-01-2019 alle 11:14 sul giornale del 08 gennaio 2019 - 600 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, matteo salvini, Associazione culturale Isola, decreto sicurezza, decreto salvini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a24d