Chiaravalle: scomparsa di Candelaresi, il cordoglio del comune

19/01/2019 - Venerdì mattina un grande chiaravallese, Giorgio Candelaresi, ci ha lasciato.

Nato a Chiaravalle, poi trasferitosi a Senigallia ma rimasto sempre profondamente legato al suo paese natale (tanto da aver rivestito nel nostro Comune il ruolo di consigliere e di direttore della biblioteca), tra il 1969 e il 1983 Giorgio è stato il principale artefice di una straordinaria e indimenticabile stagione culturale per la comunità chiaravallese: una stagione di cui il fervore cinefilo degli anni Settanta fu il volto più vistoso ma non certo l'unico.

Grazie a una figura e a una storia come le sue ci sentiamo nani sulle spalle di giganti. Ed è per questo che, dopo aver ricevuto nel 2016 la cittadinanza onoraria di Chiaravalle, lo scorso anno Giorgio è stato tra noi, con noi in ben tre occasioni: per permetterci di raccogliere e registrare la sua preziosa testimonianza sugli anni del suo impegno nella nostra città; per tenere a battesimo - lui giovane nell'animo in mezzo a tanti giovani d'età - la cine-rassegna estiva "Solit@ri interconnessi"; e per presentare il suo ultimo libro dedicato all'esperienza della scuola di pace di Senigallia nel primo incontro di "Se c'è una strada sotto il mare".

Ci mancheranno il suo perenne e contagioso entusiasmo, la ricchezza dei suoi interessi e dei suoi stimoli, la lungimiranza delle sue visioni.

Da oggi Chiaravalle è orfana di una figura tanto incisiva per la sua storia; ma - ciò che più conta - è anche erede dell'immenso tesoro umano e culturale che Candelaresi è stato.

Ciao Giorgio!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2019 alle 18:10 sul giornale del 21 gennaio 2019 - 1189 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3rp