Maiolati: M5S 'Rifiuti speciali e pericolosi da interrare ancora per anni'

Discarica Cornacchia di Moie 20/01/2019 - Dopo decenni e decenni di interramento, dopo che i cittadini hanno detto basta già da alcuni anni e con loro interi consigli comunali, dopo aver sotterrato quasi 5 milioni di mc di rifiuti, si continua a voler ammorbare il territorio con l’ennesimo progetto di prolungamento-vita della discarica “La Cornacchia”, per volontà dell’amministrazione comunale di Maiolati e di Sogenus Spa.

Lo chiamano “RIPROFILATURA DELLA DISCARICA”, il progetto voluto da Sogenus e avallato dalla Giunta maiolatese, decisione presa saltando a piedi pari l’intero Consiglio comunale, cioè i rappresentanti dei cittadini. Nel PD, decidono in pochi ed in sordina, escludendo i consiglieri eletti da ogni discussione e votazione in merito: questa è la democrazia esercitata dalla Giunta Domizioli.

Il progetto prevede lo scoperchiamento di una porzione della vecchia discarica definitivamente tombata nel 2009 e ripiantumata, tutta “fioriapiemiele”. Ma Sogenus dice (secondo noi con colpevole ritardo, nella migliore delle ipotesi) che detta area produce troppo percolato e che, per risolvere il problema, occorre togliere in tutta l’area già sistemata da decenni il metro di terreno vegetale, per posizionare sopra l’argilla un telo geosintetico, che riduca le infiltrazioni di acqua e, pertanto, la produzione di percolato. Sembrerebbe un investimento a tutela dell'ambiente ... ma il progetto presenta una sorpresa. Ci si aspetterebbe che dopo aver posizionato il citato telo geosintetico fosse ripristinato il terreno vegetale rimosso, in modo da completare l’intervento di risanamento ambientale … INVECE NO! … perché sopra il telo ci andranno a finire grandi quantità di rifiuti speciali e pericolosi e, come se non bastasse, hanno pensato anche di riprofilare gli argini scoperchiati, alzandoli di qualche altro metro, in modo da creare una nuova buca da riempire con 200.000 mc di ulteriore monnezza. In sostanza un progetto di “carattere ambientale”, che regala ancora tanti rifiuti … una vera e propria presa in giro. Centinaia di migliaia di mc di rifiuti speciali e pericolosi, provenienti da ogni dove, continueranno ad essere interrati a poca distanza dai centri abitati e dalle scuole. Il business sempre al primo posto nelle scelte di questa amministrazione. L’ossessione dei soldi per fare opere esagerate, per raccogliere possibili consensi elettorali, ma lasciando i cittadini nell’ignoranza di una situazione dai risvolti economici e sociali preoccupanti. Opere, peraltro, di cui non si è più in grado di coprirne le spese correnti di gestione, che già dipendono dall’interramento per oltre 500.000 euro.
Ma il massimo dell'ipocrisia di questa amministrazione l’abbiamo riscontrata nella votazione alla mozione presentata dai consiglieri comunali M5S in data 24.07.2018.
Il gruppo M5S aveva proposto la RICONVERSIONE dell’attività Sogenus, passando dall’interramento dei rifiuti, al recupero, alla valorizzazione e alla commercializzazione dei rifiuti differenziati dai cittadini. Una riconversione che avrebbe tutelato la salute e l’ambiente, creando occupazione e, come accade in altre realtà nazionali, avrebbe ridotto le tariffe. Colpo di scena inaspettato: la mozione è stata APPROVATA ALL’UNANIMITÀ, anche dai componenti della Giunta che già avevano avallato la RIPROFILATURA, il cui progetto viaggia spedito verso la richiesta di autorizzazione alla Provincia.

PERTANTO, MASSIMA CONDIVISIONE E APPREZZAMENTO PER LA MOZIONE DI RICONVERSIONE, PERÒ AD ANDARE AVANTI È LA PROPOSTA CHE PREVEDE ANNI E ANNI DI RIFIUTI DA INTERRARE … NON SEMBRA ANCHE A VOI UNA PRESA PER I FONDELLI?!


da Movimento 5 Stelle Maiolati Spontini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2019 alle 12:27 sul giornale del 21 gennaio 2019 - 2809 letture

In questo articolo si parla di attualità, Maiolati Spontini, Movimento 5 Stelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3r1