Basket: Termoforgia sconfitta a Ferrara, la serie B è sempre più vicina

17/02/2019 - A forza di dire che ogni partita vale una finale e che la Termoforgia continua a perdere queste finali, non possiamo più negare l’evidenza, la serie B è sempre più vicina. Anche a Ferrara, uno di quei pochi campi sui quali era possibile vincere, è arrivata una prestazione imbarazzante.

Visto l’andamento del match non regge neanche l’alibi dell’assenza per infortunio di Knowles, che è non è sceso in campo. Purtroppo questa squadra ricade nei soliti errori difensivi, concedendo stavolta ben 94 punti all’avversaria.

Quel poco di aggressività che si è vista si è tramutata in una serie impressionante di falli commessi, situazioni di gioco che sono lontane parenti di vere azioni difensive. La Termoforgia è riuscita a commettere qualcosa come 28 falli, con appena 5 palle recuperate: è evidente che i conti non tornano. L'equazione commettere falli uguale difendere, non regge, nemmeno nel minibasket.

Poi si sa, in attacco la squadra qualcosa riesce sempre a combinare, ma nel basket si vince sempre o quasi sempre in difesa. Ferrara può ben dire di averla vinta sulla "non difesa" di Jesi.

Eppure nel terzo quarto, lo scampolo migliore della sua partita anche se è andata al riposo con 47 punti sul groppone, la Termoforgia sembrava avere la partita in mano. Un inizio disastroso di ultimo quarto ha permesso alla Bondi, squadra assolutamente alla portata della Termoforgia, di ribaltare l’inerzia, arrivando perfino a un soffio dal ribaltare la differenza canestri nello scontro diretto.

La trasferta di Ferrara si è di nuovo trasformata in un fallimento, come gran parte delle uscite lontano dall'Ubi Bpa Sport Center di questa stagione. Il discorso della B più vicina non riguarda solo la classifica, l'ultimo posto in classifica è ancora appannaggio di Cento, ma piuttosto l'atteggiamento della squadra che sembra non capire la pericolosità e l'importanza di partite come quella di oggi. Se poi quello che dovrebbe essere il leader della squadra, Dillard, perde lucidità come staser a e stecca, sono guai.

E adesso che succede?

Si sa solo che domenica scenderà a Jesi, una delle squadre più forti del campionato, Treviso, che farà un sol boccone dell’Aurora vista quest’oggi a Ferrara e contro Roseto.

Bondi Ferrara - Termoforgia Jesi 94-88 (27-27, 20-19, 22-30, 25-12)

Bondi Ferrara: Campbell 26 (7/13, 2/5), Fantoni 21 (8/10, 0/0), Swann 18 (3/5, 3/8), Panni 16 (4/4, 2/7), Ganeto 7 (2/3, 1/4), Molinaro 6 (1/3, 1/3), Liberati 0 (0/0, 0/4), Calò ne, Barbon ne, Mazzoleni ne, Conti ne, Petrolati ne. All.: Leka.

Tiri liberi: 17 / 27 - Rimbalzi: 42 13 + 29 (Molinaro 14) - Assist: 15 (Panni 5)

Termoforgia Jesi: Tote 26 (5/7, 4/5), Mascolo 17 (3/8, 1/2), Maspero 11 (1/2, 3/5), Dillard 10 (0/2, 1/8), Baldasso 10 (2/3, 2/8), Rinaldi 9 (3/7, 1/1), Santucci 5 (1/1, 1/2), Lovisotto 0 (0/0, 0/1), Valentini ne, Mwananzita ne, Kouyate ne, Knowles ne. All.: Cagnazzo

Tiri liberi: 19 / 26 - Rimbalzi: 29 7 + 22 (Totè 11) - Assist: 17 (Dillard 7)






Questo è un articolo pubblicato il 17-02-2019 alle 20:29 sul giornale del 18 febbraio 2019 - 2085 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4n7