Animali, Lucaboni: " Non bastano le multe, occorrono dotazioni!"

03/03/2019 - Massimliano Lucaboni interviene sulla questione delle norme comunali per la detenzione dei cani e sulle sanzioni previste.

La fiera delle assurdità. Le ultime dichiarazioni dell'assessora sembrano tutto tranne un messaggio diretto alla tutela di cani e proprietari. Perché?

Cominciamo: in primis lungo corso Matteotti non si possono portare cani perché se il Comune lo consente, allora dovrebbe predisporre fontanelle funzionanti e soprattutto appositi cestini per la raccolta degli escrementi dei nostri amici a 4 zampe. Senza opportuni interventi nell'area di urbano, significa solo che in maniera furbesca si vuole metter mano in tasca agli jesini.

Per i residenti ovviamente si fa un permesso esattamente come per i posti auto. Insomma i cestini per raccogliere le deiezioni dei nostri animali esistono: li ha il Comune di Ancona in dotazione, non quello di Bolzano, basta acquistarli ed installarli anche in città. Immaginate cosa comporterebbe lasciare gli escrementi animali nei piccoli cestini dei rifiuti di Corso Matteotti!

Parliamoci chiaro: se esiste la volontà politica si possono trovare tutti i mezzi e i modi per la buona convivenza tra cittadini e cani, se invece si vuole solo incassare si continui tranquillamente su questa strada...

Però poi non si cerchi di far passare questa azione come un gesto di buon senso da parte di questa amministrazione perché non lo è affatto. Poi possiamo anche parlare di multe: il minimo è di 50 euro, c'è chi ne ha pagate ben 400 e c'è chi per non avere soldi si è visto sequestrare il cane al canile. Insomma belle parole, ma la realtà è diversa, molto diversa.


da Massimiliano Lucaboni 

ex candidato sindaco di Jesi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2019 alle 09:34 sul giornale del 04 marzo 2019 - 3191 letture

In questo articolo si parla di attualità, Massimiliano Lucaboni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4Rn