San Benedetto: Mastrovincenzo visita "Casa Irene", struttura di accoglienza per ex prostitute

20/03/2019 - Il presidente del Consiglio regionale ha incontrato gli operatori della struttura di San Benedetto del Tronto che offre alle donne protezione, percorsi formativi e occasioni di inserimento lavorativo.

“Una bella realtà sociale che restituisce dignità e speranza a giovani donne”. Il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, descrive così “Casa Irene”, la struttura di accoglienza per ex prostitute di San Benedetto del Tronto, visitata questa mattina con il consigliere regionale Fabio Urbinati.

La struttura è gestita dalle Suore Oblate del Santissimo Redentore, con operatori specializzati e volontari. Al suo interno sono ospitate ex prostitute, anche richiedenti asilo, alle quali viene offerta la possibilità di fare formazione professionale nei settori dell'agricoltura, del tessile e dell'abbigliamento.

Dallo scorso anno “Casa Irene” ha attivato il progetto “Laboratorio di frontiera 2.0” per l'inclusione socio-lavorativa delle sue ospiti. “Una realtà di cui essere orgogliosi – aggiunge il Presidente – che offre accoglienza e progetti di inserimento lavorativo a donne che hanno avuto il coraggio di fuggire dai loro sfruttatori”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2019 alle 15:31 sul giornale del 21 marzo 2019 - 494 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, consiglio regionale delle marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5yd