Chiaravalle: l'Anpi organizza la "festa bella per la libertà"

2' di lettura 17/07/2019 - Sarà una bella festa perché la libertà la merita, perché lo merita il ricordo di quanti hanno sacrificato la loro gioventù e la loro vita per regalarcela.

Il settantacinquesimo anniversario della Liberazione di Chiaravalle dalla dittatura fascista, dal giogo nazista e dalla guerra meritava un programma e tante occasioni di incontro, riflessione e divertimento e così l’ANPI in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, l’impegno della Proloco e la collaborazione di alcune associazioni del volontariato e della solidarietà, ha provveduto.

Due giorni intensi, sabato 20 e domenica 21 Luglio che partono con l’omaggio ai Partigiani caduti e l’apertura dell’interessante mostra sulle sciagure del ventennio fascista e proseguiranno con la presentazione del libro “fascisti di provincia”, una fotografia critica sulle figure del fascismo anconetano, utile a capire la natura sociale, i riferimenti culturali i “valori” di un mondo piccolo-borghese che nel servire la dittatura cercava il proprio “riscatto”.

Alle 20 la “spaghettata antifascista” un'occasione per stare insieme e ricordare, quella storica che i fratelli Cervi offrirono nel loro casale il 25 luglio del 43 dopo la destituzione di Mussolini, ma pure il modo in cui, durante la celebrazione del 1° Maggio, abolita dai fascisti, le lavoratrici e i lavoratori cercavano di preservarne la memoria ed i valori.

Dal Parco Ravera (ex Campo Boario) partirà poi la biciclettata di solidarietà “pedalando sotto le stelle” organizzata dalla fondazione “Michele Scarponi“ che si concluderà in piazza Risorgimento con un concerto.

La domenica, sempre al Parco Ravera, appuntamento alle ore 18 per l’incontro con Vito D’Ambrosio, già membro del Consiglio Superiore della Magistratura e Presidente emerito della Regione Marche sul tema “la Costituzione settant’anni dopo”, una riflessione sulla “bellezza” della nostra Carta e sulla distanza tra i suoi valori e il presente.

La giornata si concluderà con il recital “Giacomo Leopardi poesia per la resistenza dell’uomo”, con Enrico Guida accompagnato dal flauto di Marica Lucarini, una ricerca accurata nella poesia e negli scritti del grande recanatese delle radici civili che sono state linfa di valori anche per quelle donne e quegli uomini che ci hanno donato il 25 Aprile.

Siamo certi saranno tante e tanti a festeggiare con noi


da Anpi Chiaravalle
sezione Edo Magnalardo







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2019 alle 10:56 sul giornale del 18 luglio 2019 - 1174 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, anpi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9IK