Lega: audizione urgente alla Commissione Trasporti della Camera per le barriere antirumore

2' di lettura 23/07/2019 - E’ stata presentata da parte dei parlamentari marchigiani della Lega una richiesta di audizione urgente alla Commissione Trasporti della Camera per l’Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana (RFI) Ing. Maurizio Gentile, per riferire sulla questione delle barriere antirumore che stanno per essere installate sulla linea Adriatica.

Infatti, nel piano di contenimento ed abbattimento del rumore, RFI prevede di realizzare ai fini del risanamento acustico, un primo stralcio di 416 barriere antirumore per complessivi 716 km, come approvate nell’intesa del 1 luglio 2004 dalla conferenza Unificata Stato Regioni.

Tale realizzazione ha, come stiamo vedendo a Senigallia, un impatto paesaggistico ed urbanistico inaccettabile con la posa di barriere alte anche 8 metri con risvolti economici e sociali pesantissimi per i territori che si caratterizzano per l’alta vocazione turistica e ciò sia durante la lunga fase di cantierizzazione, e soprattutto a lavori ultimati, creando una divisione netta tra le due parti della città.

Considerando anche le esperienze positive di altri paesi europei che sono intervenuti sulla sorgente del rumore, cioè sulle ruote e sui sistemi frenanti, che hanno permesso l’installazione di barriere antirumore solamente in casi eccezionali e comunque di altezza ridotta, i parlamentari marchigiani della Lega, sostenuti dai comitati no barriere che sono nati per dare voce ai cittadini dei territori costieri interessati, si sono immediatamente attivati per far bloccare la realizzazione delle barriere così progettate e trovare delle alternative all'abbattimento del rumore.

Dopo un primo incontro informale con l’AD Ing. Gentile organizzato il giorno 11/6 dalla Lega a Roma nell’ufficio del Presidente della Commissione Trasporti Alessandro Morelli, nel quale si sono analizzate le criticità evidenziate dei Comitati No Barriere e sono state prospettate delle possibili soluzioni, giovedì 25 luglio è stata confermata l’audizione urgente da parte della Commissione Trasporti della Camera su questo tema e saranno poste le basi per decidere di soluzioni alternative a quelle messe in atto da RFI.

Un altro impegno della Lega Marche da sempre vicina ai cittadini che vuole preservare l’integrità paesaggistica e sociale delle comunità costiere ma al tempo stesso migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti proponendo soluzioni più moderne e meno impattanti dei muri che la sinistra ha dimenticato di bloccare. Un problema sottovalutato dalla giunta della nostra Regione, uno dei tanti che Ceriscioli non ha voluto risolvere.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2019 alle 11:19 sul giornale del 24 luglio 2019 - 504 letture

In questo articolo si parla di attualità, lega

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9Wx