Quantcast

Jesi in Rima: è rivade le fiere

1' di lettura 23/09/2019 - Se non il primo, sicuramente uno degli eventi più attesi dell'anno, da tutta la popolazione Jesina. Un'aria di festa che s'inizia a percepire nell'aria già da metà settembre, seguita dal tripudio di colori e di odori, caratteristici dei tre giorni di Fiera. Una ricorrenza antica. cui la cittadinanza oramai è legata indissolubilmente, affascinata ed attratta dalla curiosità di scoprire ogni anno cosa c'è di nuovo...magari nulla, eppure chissà perchè, fa sempre festa! (Marinella Cimarelli)

Me svejo la madina

me 'ndormento la sera

solo che penso:

'ncumincia la Fiera',

so' tutta gasada

non vedo l'ora,

ce rtroeremo in Piazza

ancora pe' festeggia'

ìl Santo Patrono

che pure sta'

òlta c'ha datto 'l Condono

perchè 'l terremòdo

non s'è fatto senti'

diria che va be'...

gimo avanti cusci'!

Pure de matti

ce n'è stadi poghi,

e l'incidenti

ntei solidi luoghi

pericolosi, ma

ce pensa 'l Comune

tappa le bughe

e livella le dune.

Digiunamo pe' 'n mese

non magnamo la pasta,

na' fetta de pa'

quel tanto che basta,

perchè 'l ventidue

scatta l'ora fatale,

'l dirà pure 'l Telegiornale,

croccante, mandorle,

zucchero filado,

ce toccherà a fallo

siguro 'l peccado!






Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2019 alle 10:50 sul giornale del 24 settembre 2019 - 2045 letture

In questo articolo si parla di cultura, poesie, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/baSi

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima





logoEV
logoEV