Quantcast

Maxi furto di macchinari edili, la Polizia inchioda cinque uomini

volante polizia notte 2' di lettura 28/10/2019 - Il furto di materiale, del valore di oltre 5mila euro, era stato denunciato alla Polizia nell'agosto scorso. Indagati in cinque, un italiano e quattro romeni; tre di loro erano già noti alle Forze dell'ordine.

Lunghe ed accurate indagini condotte del Commissariato di Jesi e dalla Mobile della Questura di Ancona, hanno portato a risolvere un caso di furto di svariato materiale edile, rubato ad un'azienda della Vallesina il 15 agosto scorso. iErano stati rubati demolitori, smerigliatrici, trapani, set di cacciaviti professionali e motoseghe per un valore di oltre 5mila euro. Il titolare aveva subito denunciato l'accaduto rivolgendosi al Commissariato di Polizia di Jesi, ma complice il periodo ferragostano, era stato difficile reperire testimonianze rilevanti per individuare i colpevoli.

Ma la tenacia degli agenti impegnati nelle indagini ha permesso di individuare spostamenti sospetti di alcuni uomini in contatto con l'azienda, attraverso le registrazioni delle telecamere della zona industriale di Jesi e della Vallesina. Si tratta di un italiano e quattro romeni, peraltro clienti dell'imprenditore derubato e che si conoscevano ed erano in contatto tra loro, non solo per ragioni lavorative ma anche nel tempo libero.

Al termine delle indagini la Procura di Ancona ha disposto l'esecuzione di perquisizioni che hanno consentito di individuare parte della refurtiva: alle 5 di lunedì mattina, 28 ottobre, venti uomini e 7 volanti si sono mosse per cogliere di sorpresa i cinque sospettati. Le intuizioni erano giuste, poiché in due abitazioni è stata rinvenuta parte della refurtiva. Inoltre la Polizia ha sequestrato telefoni cellulari e altri indizi utili alle indagini, come ricevute di pedaggi autostradali.

Tutti e cinque gli indagati sono stati condotti in Commissariato per il fotosegnalamento e le operazioni di rito, tre di loro erano già noti alle Forze dell'Ordine.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2019 alle 16:06 sul giornale del 29 ottobre 2019 - 2289 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bcaT





logoEV
logoEV