contatori statistiche

Calcio: Jesina, continua la serie nera. Quota salvezza sempre più lontana

5' di lettura 03/11/2019 - Al Carotti passa anche il Montegiorgio (1-2). La crisi di risultati continua.

Alla fine match mister Cuicchi punta il dito, come argomento saliente del match, sulla difficoltà nel segnare gol, pur se la squadra riesce a creare occasioni, e un fondo di verità c’è di sicuro. Del resto se il giocatore che sinora ha segnato più reti, De Lucia, è un difensore, è evidente che qualcosa non va.

Insomma, il ragionamento del tecnico jesino non fa una piega e nemmeno la sua affermazione secondo la quale la squadra non ha lesinato determinazione, provando a raddrizzare il match fino all’ultimo respiro. Ma oltre al fatto che il cannoniere è un difensore, c’è tanto altro che non va.

Determinazione sì, ma agonismo poco, la squadra non ha dimostrato quella cattiveria agonistica che serve, quando la classifica langue (anzi, piange…), quando la tecnica non basta per far risultato.

E gli esempi, da parte delle squadre avversarie non sono mancati.

In generale la squadra ha denotato serie carenze sul piano del gioco, frutto di una rosa sulla cui costruzione stentiamo ancora a trovare un progetto: poche risorse economiche a disposizione, pochi giocatori sul mercato? Forse le risposte non arriveranno mai.

L’unico che oggi mette la faccia è il presidente, che sicuramente ha delegato ad altri la costruzione della squadra e quella affermazione secondo la quale quest’anno sono state impiegate maggiori risorse economiche, rispetto all’anno precedente, magari andava risparmiata, visti i risultati.

Non ha colpe neanche Cuicchi, che ha preso in mano la patata bollente e che oggi, ovviamente, preferisce non rispondere quando gli chiediamo se questa squadra deve essere rivoluzionata: per ora può soltanto dare fiducia ai suoi giocatori, non avendo alternative.

Il Montegiorgio visto oggi al Carotti non ha dimostrato niente di eccezionale, bravo a passare due volte in vantaggio, ma poco altro. E questo ovviamente aumenta il carico delle recriminazioni del post partita.

Spalti semi vuoti, come si sapeva – lo sciopero dei tifosi della curva è stato confermato – appena 400 spettatori e poco più: era da tempo che non vedevamo un Carotti così.

In tribuna, tra i pochi, tre spettatori interessati: ci dicono che sono tre personaggi interessati a rilevare la Jesina. Staremo a vedere.

Il Montegiorgio passa in vantaggio già al primo attacco (4’): cross rasoterra insidioso di Mariani, sul quale l’esordiente Santarelli, oggi preferito ad Anconetani, respinge corto, sui piedi di Zancocchia che trova il tiro vincente. 0-1.

La Jesina cerca di reagire alla doccia fredda: tanto l’impegno, poche le occasioni.

Al 17’ calcio di punizione eseguito da Villanova, che però scaglia la palla sulla barriera.

Jesina vicina al pareggio al 21’: lancio in profondità di Villanova per Barchiesi che incrocia. La posizione è buona, ma il tiro troppo angolato e finisce sul fondo.

Il pareggio arriva al 36’. Lungo traversone di Villanova, Di Nicola, appostato sul secondo palo prolunga la traiettoria, il tiro al volo di De Lucia, non lascia scampo a Marani e vale il pari. 1-1!

Tre minuti dopo, al 39’, la squadra di Cuicchi, troppo sbilanciata, viene punita da un contropiede del Montegiorgio. Cavalcata di Mariani sulla sinistra, pochi passi verso il centro, poi lascia partire un tiro di rara precisione che si incassa a fil di traversa, dove Santarelli non può arrivare. 1-2!

Nella ripresa Cuicchi apporta alcuni correttivi, tanto che alla fine utilizzerà tutti i cambi a disposizione.

Al 7’ la Jesina arriva vicina al pareggio. Calcio d’angolo battuto da Villanova, De Lucia riesce a colpire di testa e, a portiere battuto, Omiccioli respinge, praticamente davanti alla linea di porta.

Ancora un tentativo al 21’, ma Damiano, lanciato bene da De Rose, praticamente davanti al portiere, svirgola clamorosamente, mandando sul fondo.

Al 28’ uscita incerta di Santarelli, ma Baraboglia, da buona posizione, non approfitta e non inquadra la porta.

Negli ultimi 10’ un violento temporale si abbatte sul Carotti: il Montegiorgio ha la doppia difficoltà del doversi difendere, contro un vento piuttosto violento, che soffia in favore della Jesina.

La squadra di casa non ne approfitta, tranne che al 49’, ma il tiro a botta sicura di Mosca viene respinto d’istinto dal portiere Mariani.

JESINA-MONTEGIORGIO 1-2

Jesina: Santarelli, De Lucia, Ciurlanti, Pigozzi (15’ st Nacciarriti), Marini, Verruschi, Sapucci (9’st De Rose), Errico, Cruz Pereira (9’ st Damiani), Villanova (35’ st Mosca), Barchiesi (19’ st Paialunga). All.: Cuicchi.

Montegiorgio: Marani, Lattanzi, Di Nicola, Omiccioli, Ferrante, Baraboglia, Titone (32’ st Trillini), Zancocchia, Nepi (14’ st Nasic), Albanesi (21’ st Marchionni), Mariani (43’ st Tempestilli). All.: Baldassarri.

Arbitro: Delli Caprini di Isernia

Reti: 4’ Zancocchia, 36’ De Lucia, 39’ Mariani

Ammoniti: 8’ Errico, 7’ st Sapucci, 25’ st Nasic, 26’ st De Rose

Spettatori: 400 circa

Calci d’angolo: 5-2






Questo è un articolo pubblicato il 03-11-2019 alle 17:57 sul giornale del 04 novembre 2019 - 2476 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bcmM