x

SEI IN > VIVERE JESI > SPORT
articolo

Basket: Per l’Aurora il 2020 inizia con una vittoria

3' di lettura
2487

di Giancarlo Esposto


Non si può dire che per l’Aurora sia un periodo facile e non ci riferiamo alla sconfitta per un punto in casa del Fabriano, oggi più che mai imbattibile – 2 le vittorie per un punto in queste ultime settimane – ma alla situazione dell’infermeria, che sta condizionando perfino gli allenamenti.

Ai vari ben noti malanni e acciacchi si è aggiunto lo stop di capitan Casagrande, che ha rimediato una fastidiosa lussazione a una mano e potrebbe restare fuori dal parquet per qualche altra settimana.

All’Ubi Bpa Sport Center un P.S.Elpidio ancora fanalino di coda, ma con il morale alto, dopo la vittoria contro Chieti e con un nuovo tecnico in panchina, Schiavi.

L’Aurora ha stentato, ha impiegato del tempo per entrare in partita – del resto veniva da allenamenti svolti in condizioni difficili – 6’ di difficoltà che hanno perfino portato gli ospiti sul +13 (4-17), con almeno 3 contropiede concessi, frutto di altrettante palle perse.

Ebbene, da quel momento si è vista la vera Aurora, che tutti si aspettavano, che con un break di 11-0 ha riaperto un match del quale sembrava aver perduto l’inerzia.

La squadra di Ghizzinardi ha lasciato poca gloria all’avversaria, pur in una giornata in cui alcune delle sue più importanti bocche da fuoco, Migliori, Magrini e Bottioni, hanno prodotto poco, 12 punti complessivamente. Poco male, perché il tecnico di casa ha saputo pescare dalla panchina, al momento giusto, un jolly, Giacché, che ha portato quell’energia che al momento sembrava mancare.

Con lui Micevic, ancora poco allenato e fuori condizione, che ha messo mattoni importanti.

La partita si è decisa nell’ultimo quarto, quando l’Aurora ha toccato il +14, limitandosi poi a gestire il vantaggio, senza particolari patemi.

Alla fine è proprio il caso di dire che i conti tornano: se anche lo scout non dice tutto, la matematica spiega la legittimità della vittoria Aurora. Saldo perse/recuperate positivo, punti da secondi tiri e da contropiede quasi al doppio dell’avversaria, un terzo dei punti segnati portati dalla panchina, i dati più significativi.

In attesa di conoscere più dettagliatamente i tempi di ripresa di Casagrande, è già tempo di pensare alla trasferta di Teramo, altro appuntamento fondamentale per la classifica.

Come ha detto giustamente Ghizzinardi, quello di gennaio è un mese importante, alla fine del quale l’Aurora conoscerà il suo destino, se lottare per i play-off o per evitare i play-out.

AURORA JESI-P.S.ELPIDIO 76-68 (23-24, 17-13, 22-16, 14-15)

Aurora Jesi: Bottioni 8 (1/8, 1/2), Lovisotto 12 (4/7, 0/0), Migliori 2 (1/7, 0/3), Giampieri 2 (1/1, 0/5), Magrini 28 (6/8, 4/8), Elling (0/0, 0/0), Mentonelli (0/0, 0/0), Ginesi ne, Konteh ne, Giacché 9 (4/7, 2/5), Micevic 15 (4/7, 2/5). All.: Ghizzinardi.

Tiri liberi 12/14. Rimbalzi: 37, 9+28 (Magrini 8). Assist 13 (Bottioni, Giampieri 4)

P.S.Elpidio: Costa 8 (4/8, 0/0), Borsato 9 (3/5, 1/4), Lusvarghi 10 (4/5, 0/1), Bastone 9 (4/15, 0/2), Siriakov 25 (6/11, 3/7), Balilli (0/0, 0/0), Malagoli 7 (2/3, 1/1), De Sousa Pereira ne, Sagripanti (0/0, 0/0), Cappella ne. All.: Schiavi.

Tiri liberi 7/7. Rimbalzi: 40, 6+34 (Borsato 15). Assist 12 (Borsato, Sirakov 3)

Arbitri: Giansante di Siena e Fabiani di Livorno.

Spettatori: 1.020



Questo è un articolo pubblicato il 05-01-2020 alle 20:53 sul giornale del 07 gennaio 2020 - 2487 letture