Cupramontana: folta partecipazione al finissage della mostra di Cecchi

1' di lettura 13/01/2020 - Emozionante chiusura della mostra “Il sintomo della fonte” di Carlo Cecchi che domenica 12 gennaio 2020 ha chiuso un mese di esposizione dettato da successo e soddisfazione.

"Un ringraziamento, dal profondo del cuore, a Carlo Cecchi che ha trasmesso il suo amore per Luigi Bartolini, il cittadino più illustre di Cupramontana, attraverso ventuno opere inedite che da cuprensi ci hanno spinto ad apprezzare, amare e custodire ancora di più le nostre origini e Cupramontana stessa - ha affermato al finissage il sindaco Luigi Cerioni - Da questo regalo che il pittore ha fatto a Cupramontana dedicandoci la mostra "Il sintomo della fonte" partiamo con un rinnovato entusiasmo per continuare a lavorare alla Fondazione Luigi Bartolini. Come amministrazione ci auguriamo di continuare la collaborazione con Cecchi". Il grazie per aver dato nuova luce a Luigi Bartolini è arrivato anche dalla figlia dell'artista, Luciana Bartolini che nei giorni scorsi ha sottolineato come Cecchi abbia colto il particolare segno artistico che contraddistingueva l'ispirazione del padre Luigi.

Presente al finissage la curatrice del catalogo, Paola Pallotta: "Cecchi è uno degli artisti da tenersi stretti. Con le sue opere dedicate a Luigi Bartolini è stato capace di far convivere un legame e una propria personalità tra lui e l'artista cuprense. Questa mostra simboleggia l'importanza della cura del passato e del presente in vista del futuro che non deve mai mancare in una comunità".

Orgoglioso Carlo Cecchi per aver reso realtà il suo sogno di artista: "omaggiare Cupramontana e Luigi Bartolini che ho sempre definito il migliore, migliore anche del pittore Giorgio Morandi".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-01-2020 alle 09:28 sul giornale del 14 gennaio 2020 - 1042 letture

In questo articolo si parla di attualità, cupramontana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beYX





logoEV