Polizia locale, Cisl: "Incrementare personale lavorando insieme per la sua valorizzazione"

polizia locale 1' di lettura 17/01/2020 - Il comando del Comune di Jesi, da anni ormai, nonostante il ridotto numero di agenti per una città di 40.000 abitanti, si è da sempre dimostrato all’altezza di svolgere i propri compiti in modo organizzato ed efficiente.

Il servizio viene garantito da un’organizzazione che prevede la presenza di agenti altamente specializzati in diversi ambiti, alcuni dei quali possiedono una elevata professionalità in tutte quelle attività sia esterne, per le quali vene garantita anche contratto nazionale una specifica indennità stabilita poi dal contratto decentrato, che interne, come centrale operativa, controllo varchi, permessi, rilascio autorizzazioni, gestione sanzioni amministrative accessorie, documenti ritirati, gestione contabile delle sanzioni e ruoli per l'agente della riscossione. Tali specializzazioni, e anche una suddivisione più settoriale di alcune funzioni, determina una maggior presenza sul territorio di alcuni agenti rispetto ad altri, ma tutti ugualmente svolgono i vari compiti per un obbiettivo condiviso, eseguendo i compiti assegnati e percependo legittimamente l'indennità di vigilanza garantita dallo svolgimento delle funzioni di polizia giudiziaria, polizia stradale e ausiliarie di pubblica sicurezza.

Pertanto è importante, oltre all’incremento del personale, che si operi maniera propositiva per la sua valorizzazione e per migliorare ulteriormente i servizi offerti ai cittadini. Su questo duplice obbiettivo troveranno i sindacati pronti al confronto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2020 alle 11:25 sul giornale del 18 gennaio 2020 - 447 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacato, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/be0h





logoEV
logoEV