Anziani, i Carabinieri avvisano su possibili truffe: "Attenti alle apparenze"

2' di lettura 06/02/2020 - I Carabinieri mettono in guardia la cittadinanza su nuovi tentativi di truffe in danno di persone anziane, invitando a diffidare sempre delle apparenze.

Come sempre, i truffatori continuano a far leva sulla fragilità fisica e psicologica di persone anziane, per consumare le loro azioni delittuose. Subdole e fantasiose le tecniche adottate, ma con schemi spesso ricorrenti: conoscerli quindi è il primo passo per difendersene. I fatti sono avvenuti nella provincia, ma è bene diffondere queste tecniche per mettere in gaurdia chiunque.

Mercoledì 5 febbraio, i Carabinieri della Compagnia di Osimo sono stati allertati da alcuni anziani: avendo intuito l’inganno, hanno interrotto la comunicazione con individui sconosciuti che stavano tentanto di mettere in atto il loro piano, per poter avvisare il 112. Sono quattro tentativi di truffa a Numana, Sirolo e Castelfidardo. La tecnica sempre la setssa, quella dei “finti carabinieri”. Le vittime, contattate telefonicamente da un uomo presentatosi come Maresciallo dei Carabinieri di Ancona, dopo essere state informate che un loro congiunto era trattenuto in caserma poiché coinvolto in incidente stradale nel quale erano state riscontrate responsabilità a suo carico, venivano invitate a consegnare delle somme di denaro necessarie alla risoluzione della vicenda, ad un avvocato che, in breve tempo, si sarebbe presentato presso le loro abitazioni.

Proprio per questi episodi, ilComando Provinciale di Ancona ci ha tenuto a richiamare di nuovo l’attenzione sul fenomeno, ancora presente nonostante le diverse operazioni condotte dall’Arma nel settore e stavolta, grazie alla prontezza delle vittime dei raggiri, che non ci sono cascate.

In tema di truffe agli anziani, solo le utlime due operazioni condotte dai Carabineiri di Osimo e Ancona hanno portato risultati e bloccato i malviventi. L' operazione “True Justice 4” dei Carabinieri di Osimo, che segue altre tre importanti attività in tale ambito, con la quale il 10 gennaio 2019 veniva eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di un pregiudicato napoletano 67enne autore di 23 truffe ed una rapina in danno di persone anziane, commesse nelle regioni Marche, Abruzzo, Molise e Puglia nel periodo settembre-dicembre 2018. Importante anche l’arresto in flagranza effettuato il 17 luglio 2019, dai militari della Compagnia Carabinieri di Ancona che bloccavano un pregiudicato 51enne campano mentre si stava allontanando dall’abitazione di un’anziana donna dalla quale si era fatto consegnare la somma di 550,00 euro, fingendosi un maresciallo dei Carabinieri.

In caso di dubbio, quindi, è opportuno porre la massima attenzione e chiamare subito i Carabinieri al 112.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 06-02-2020 alle 16:39 sul giornale del 07 febbraio 2020 - 1633 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfYu





logoEV