Basket: archiviata Rimini, per l'Aurora c'è Civitanova

3' di lettura 09/02/2020 - Archiviare in fretta le due sconfitte emiliano-romagnole per cercare di riprendere la marcia contro Civitanova

L’Aurora Basket, superato il tour de force dei tre impegni in sette giorni, si prepara alla trasferta in casa della Rossella, un match per nulla semplice, per giunta lontano dalle mura amiche dell’UBI Banca Sport Center. Una formazione, quella civitanovese, che sta veleggiando tranquillamente nelle zone nobili della classifica con un parziale piazzamento playoff lusinghiero come il sesto posto, a quattro lunghezze dal duo Piacenza-Cesena e con un trio di lunghi, composto dai fratelli Amoroso e Attilio Pierini, che nel corso delle giornate ha aumentato esponenzialmente l’apporto.

Dopo Rimini, insomma, un’altra battaglia per l’Aurora. “Quella di domenica scorsa è stata una partita difficile, Rimini veniva da 9 vittorie in fila ed è, probabilmente, la squadra più in forma del momento. Per giunta noi eravamo, e siamo, alle prese ancora con defezioni importanti che ci stanno penalizzando – afferma il playmaker arancioblù Riccardo Bottioni –. Loro hanno fatto una partita solida, attaccandoci nei miss match, specie nel pitturato: sono stati cinici a sfruttare questi vantaggi. Noi, per contro, dopo due quarti dove abbiamo tenuto botta, conducendo anche per un bel tratto, ci siamo sciolti con troppa facilità. Sarebbe facile dire che questo sia dovuto a stanchezza e rotazioni corte, ma sono convinto che possiamo fare molto meglio e molto di più; invece, ci siamo disuniti e abbiamo incassato il primo, vero, break; un gap che abbiamo parzialmente ricucito salvo poi subire un paio di contropiedi che ci hanno spezzato le gambe”.

Un’analisi lucida e che fotografa bene quello che è stato il match di domenica scorsa e che, in un certo senso, dà già l’idea di quello che l’Aurora dovrà fare domenica prossima. “Anche a Civitanova non saremo al completo e di questo ne siamo consapevoli. Noi però dobbiamo e possiamo fare meglio di quanto abbiamo fatto nelle ultime partite, dobbiamo mettere in campo una prestazione di grande carattere e mentalità, di testa, per tutti i 40’: nelle condizioni in cui siamo anche solo tre minuti in cui scolleghiamo il cervello o stacchiamo il piede dall’acceleratore possono risultare fatali – continua Bottioni –. Incontriamo una squadra che, soprattutto nel reparto lunghi, ha chili, talento ed esperienza: servirà una prestazione solida e concreta di tutti, a partire da noi esterni che non dobbiamo far arrivare la palla in post basso tanto facilmente, per poi finire con i nostri lunghi che dovranno essere bravi a tenere l’uno contro uno. Questa sarà la chiave di tutto il match, essere aggressivi, sporcare le linee di passaggio e non concedere ai nostri avversari di far arrivare il pallone esattamente dove vogliono. Deve essere questo il punto di partenza per prendere energia anche in attacco, trovando ritmo e buoni tiri che ci permettano di alzare le percentuali e, quindi, giocarcela fino in fondo per ottenere due punti che sarebbero fondamentali”.

Un’Aurora che, dopo l’infrasettimanale, è tornata a regime anche nel ritmo e nella cadenza degli allenamenti. Anche dall’infermeria permane la stessa situazione con Micevic e Casagrande out e Franco Migliori gestito durante la settimana per smaltire l’affaticamento che non gli ha permesso di mettere piede in campo contro Rimini.

Appuntamento fissato per le 18 di domenica al PalaRisorgimento di Civitanova Marche (MC); a fischiare saranno i signori Matteo Spinelli di Roma e Andrea Bernassola di Palestrina (RM).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2020 alle 08:04 sul giornale del 08 febbraio 2020 - 150 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, jesi, aurora basket jesi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bf4Y