Atletica: trionfo delle sorelle Cuccù ai tricolori underi 18 al Palaindoor di Ancona

3' di lettura 17/02/2020 - Martina campionessa italiana dei 60 ostacoli, Francesca seconda nel triplo: sul podio le sorelle di Porto San Giorgio nella rassegna nazionale under 18 al Palaindoor

Gran finale per le Marche ai campionati italiani under 18. Due volte sul podio, ad Ancona, con le sorelle Cuccù protagoniste di una fantastica giornata. Nei 60 ostacoli Martina domina la gara conquistando il tricolore, per il suo secondo titolo di una stagione già memorabile. Sulla pedana del triplo si festeggia invece l’argento di Francesca, che per la prima volta arriva così in alto a livello nazionale.

Le due ragazze di Porto San Giorgio fanno furore al Palaindoor per la gioia della loro società, il Team Atletica Marche che è nato dalla collaborazione tra Atletica Sangiorgese, Atletica Osimo e Sacen Corridonia.

Vincere da favoriti non è mai facile, ma tra le barriere Martina Cuccù vola senza esitazioni e diventa campionessa italiana anche nei 60hs. Due settimane fa a Padova era stata questa la prima delle cinque gare che l’hanno incoronata nelle prove multiple. Ad Ancona la 16enne allenata da Elisa e Robertais Del Moro, classe 2003, sfiora due volte il suo record regionale con 8”53 in semifinale e poi 8”56 nella gara decisiva, a un soffio dal primato di 8”51. Ma quello che contava era il successo, con oltre un decimo di vantaggio sulle avversarie: la ligure Anabel Vitale e la veneta Elena Nessenzia, entrambe a 8”67.

Era già salita sul podio nazionale come ostacolista, due volte terza: nel 2018 tra le cadette sugli 80hs e nella scorsa stagione da allieva nei 100hs, prima di indossare la maglia azzurra al Festival olimpico della gioventù europea di Baku, in Azerbaigian.

Ha un anno in meno, visto che è nata nel 2004, ma al debutto nella categoria allieve Francesca Cuccù non si fa intimorire e piazza subito un salto da medaglia sulla pedana del triplo: 12.01 al primo tentativo, record personale indoor a soli sette centesimi dal proprio limite all’aperto. Alla fine la 15enne marchigiana è seconda, nella gara vinta dalla parmense Francesca Orsatti (12.31) ma davanti a tutte le altre specialiste del panorama nazionale. Una grande gioia, da condividere con il tecnico Guglielmo Colucci che la segue negli allenamenti. E pensare che la sua partecipazione è rimasta in dubbio fino all’ultimo: all’esordio stagionale, un mese fa, aveva rimediato un infortunio e da allora non aveva più gareggiato, sciogliendo poi le riserve soltanto alla vigilia della rassegna tricolore.

Si fanno valere diversi altri giovani della regione a cominciare da Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona), che riesce a guadagnarsi la qualificazione alla finale dei 200 metri in cui si piazza quarto in 22”84 dopo aver firmato il record personale di 22”50 in batteria. Tra i migliori otto anche il mezzofondista Tommaso Ajello (Sef Stamura Ancona), settimo nei 1500 metri in 4’10”74, mentre è nona sulla stessa distanza al femminile con 4’53”64 l’osimana Serena Frolli (Team Atl. Marche) e nei 200 metri chiude decimo Luca Patrizi (Collection Atl. Sambenedettese) con il personale di 22”84. Due staffette all’undicesimo posto: Davide Mancini, Riccardo Ciribeni, Mattia Polini, Luca Patrizi (Collection Atl. Sambenedettese) in 1’34”71 e Sabrina Salvatori, Bianca Albertini, Ashley Varagnolo, Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno) con 1’47”56.

Mancano ormai pochi giorni all’evento clou della stagione, gli Assoluti indoor del 22-23 febbraio al Palaindoor di Ancona, con tanti azzurri attesi al via, da Gianmarco Tamberi nel salto in alto a Filippo Tortu sui 60 metri.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2020/COD7924/Index.htm








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2020 alle 17:06 sul giornale del 18 febbraio 2020 - 299 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche, porto san giorgio, comunicato stampa





logoEV