Biodigestore, il Comune riceve dall'Ata: "Delibera fondata e praticabile"

1' di lettura 19/02/2020 - Si trasmette in allegato la risposta fornita dal Comune di Jesi alle osservazioni trasmesse dall’Ata in merito alla delibera del Consiglio Comunale dell’agosto 2019 relativa all’ipotesi di realizzazione di un biodigestore.

Va ricordato che l’Ata ha voluto approfondire in maniera dettagliata la delibera in questione, anche con un confronto articolato con l’Anac (Autorità nazionale anticorruzione) e l’Agcm (Autorità garante della concorrenza).

Dalla verifica è emersa in maniera chiara - come confermato anche dal direttore dell’Ata - la corretta procedura adottata dal Comune di Jesi che è risultata fondata e praticabile.

Vi è un solo punto, per altro non vincolante, dove l’Autorità per la concorrenza si esprime, vale a dire sul vincolo che l’impianto tratti i rifiuti di tutti i Comuni dell’Ambito, ritenendo che questo sia lesivo della concorrenza.

“È un atto, quello del Consiglio comunale - ha sottolineato Massimo Bacci - di cui vado particolarmente orgoglioso come sindaco perché è giunto a conclusione di un percorso dove credo la politica abbia dato il meglio di sé in termini di serietà, responsabilità e partecipazione. Ora attendiamo che l’Ata si pronunci sulla delibera, per non perdere ulteriore tempo”.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-02-2020 alle 18:59 sul giornale del 20 febbraio 2020 - 1398 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bguS





logoEV