Il servizio di informazione di Vivere Jesi tramite WhastApp

2' di lettura 28/03/2020 - Vivere Jesi offre un servizio di notifica delle notizie più importanti tramite Whatsapp. Ecco le condizioni per accedere al servizio gratuito.

Modalità di erogazione del servizio
Vivere Jesi invia alcune notizie che la redazione ritiene particolarmente importanti agli accaunt whatsapp dei lettori che ne fanno richiesta. La richiesta viene effettuata via WhatsApp inviando un messaggio al numero + 39 371 4821733 con il testo: "notizie on". L'utilizzo del servizio presuppone l'accettazione delle presenti condizioni d'uso. L'invio viene effettuato tramite lo strumento di WhatsApp chiamato "Liste di distribuzione" che permette la ricezione delle notifiche solo a coloro che hanno salvato il numero di telefono del mittente in rubrica.
Per interrompere il servizio è sufficiente un messaggio con il testo "notizie off".

Privacy
I numeri di telefono dei lettori che hanno chiesto l'attivazione del servizio sono conservati con l'unico scopo di erogare i servizi sulla rubrica di un cellulare protetto da pin e impronta digitale, su una rubrica online compatibile con il GDPR e sui server di Whatsapp. I numeri di telefono sono l'unico dato conservato: non sappiamo quindi a chi appartiene il numero a cui inviamo i messaggi. Quando viene richiesta la disicrizione dal servizio viene cancellato anche il numero telefonico.

Gratuità del servizio e pubblicità
Il servizio è offerto da Vivere Jesi in maniera del tutto gratuita. Le spese potranno essere sostenute da occasionali invii di messaggi pubblicitari. Limitiamo il numero degli invii pubbliciari ad uno a settimana pur riservandoci di superare tale limite in occasioni speciali, cercando comunque di fornire sempre un servizio utile ai lettori iscritti.

Richieste personalizzate e chiamate
Ad oggi gli iscritti al nostro servizio sono oltre 1.000. Non è possibile rispondere personalmente a tutti i messaggi tuttavia, quando possibile, rispondiamo volentieri e gradiamo le vostre segnalazioni. Ci scusiamo con tutti quei lettori a cui non siamo riusciti a rispondere in passato e non riusciremo a rispondere in futuro.
Non risponderemo alla chiamate WhatsApp, vi preghiamo di evitarle. È possibile contattare la redazione inviando una mail a redazione@viverejesi.it e sarete richiamati i tempi brevi.

Telegram
Vivere Jesi offre un servizio simile e più efficiente via Telegram, disponibile qui: https://t.me/viverejesi. L'applicazione Telegram permette di recapitare ai lettori le notizie in maniera più veloce (mediamente le notizie vengono recapitate circa 30 minuti prima rispetto a Whatsapp) e senza alcun vincolo. Ogni lettore può decidere se iscriversi o disiscriversi al servizio in autonomia. su Telegram è anche possibile ricevere le notizie regionali o ricevere tutte le notizie pubblicate su Vivere Jesi.
Se decidete di passare a Telegam vi chiediamo di avvertirci disattivando il servizio su Whatsapp.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un editoriale pubblicato il 28-03-2020 alle 18:16 sul giornale del 30 marzo 2020 - 4171 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, editoriale, cristina carnevali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biBW





logoEV