Scuola, novità in arrivo: aule all'aperto, potenziata la digitalizzazione

scuola generic 2' di lettura 06/05/2020 - Il viceministro all'istruzione Ascani: "Bambini devono recuperare la socialità, saranno usati gli spazi esterni o i parchi, sempre in piccoli gruppi. Così aiuteremo anche i genitori che lavorano, a giugno e luglio". Approvato il Piano Scuola: banda larga per le scuole e incentivi per tablet e connessioni alle famiglie.

Il ministero dell'Istruzione sta pensando a come organizzare la scuola primaria, pensando di unire piccoli gruppi di alunni in spazi aperti, come i giardini delle scuole o i parchi pubblici che sono stati riaperti dopo l'ultimo decreto del 26 aprile scorso, e l'intervento dei sindaci nelle proprie città (alcuni, come a Jesi, sono infatti ancora chiusi). Piùn che alla didattica, si pensa al problema che i più piccoli hanno vissuto in questi mesi di lockdown: non poter vedere nonni, parenti, ma soprattutto i pari età, i compagni di scuola o gli amichetti.

"Dobbiamo aiutare i bambini a riacquistare la socialità, sospesa in questo periodo, ma senza creare assembramenti e sempre in gruppi ristretti", ha dichiarato la viceministro Anna Ascani mercoledì mattina, in un intervento in tv.

Un altro aspetto su cui il ministero di sta concentrando, stanziato fondi pubblici, è la digitalizzazione delle scuole: è stato approvato il 5 maggio il nuovo Piano Scuola, che prevede oltre 400 milioni di euro per potenziare la connettività delle scuole portando negli istituti la banda ultralarga. Il Comitato nazionale per la Banda Ultralarga, riunitosi mercoledì con la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha stabilito come obiettivo quello di "garantire rapidamente una connessione veloce (velocità a 1 Gbit con 100 Mbits di banda garantita) all'81,4% dei plessi scolastici, quelli del primo e secondo ciclo, per un totale di 32.213 edifici".

Sono inoltre previsti dal Piano Scuola anche voucher per le famiglie: fino a 500 euro, in base all'Isee, per connessioni veloci, pc e tablet.

Nel dettaglio, gli oltre 400 milioni stanziati dal Piano Scuola serviranno per coprire i "costi strutturali per portare la banda ultralarga nelle istituzioni scolastiche e per coprire i costi di connettività per 5 anni".

I voucher per le famiglie saranno, invece, di due tipologie: un contributo massimo da 200 euro per connessioni veloci e un contributo massimo da 500 euro (per Isee, Indicatori della situazione economica equivalente sotto i 20mila euro) per connessioni veloci e per l'acquisto di tablet e pc.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 06-05-2020 alle 08:12 sul giornale del 07 maggio 2020 - 1642 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bk2y





logoEV