PaliOnline: quella che doveva essere una toppa è risultata una creatura dotata di vita propria

2' di lettura 13/05/2020 - Oltre 60mila persone coinvolte e 130mila visualizzazioni dei video.

Giunto a conclusione il PaliOnline è il momento di tirare le somme, ancora più importanti quando ci si trova davanti ad un progetto innovativo, quasi sperimentale. Dopo l'anteprima del 4 maggio andata davvero molto bene tanto da finire su Radio Rai e in blog turistici europei tradotti in tre lingue, i 4 giorni successivi, dal 7 al 10 maggio, con l'introduzione di Instagram e il nuovo social media TikTok, hanno visto un gradimento superiore alle più rosee aspettative per questa manifestazione storica digitale, la prima d'Italia, che voleva diffondere, anche alle nuove generazioni, cultura e tradizioni del territorio.

Su Facebook, il canale più utilizzato per questa rassegna, sono stati 27mila gli utenti coinvolti, di più quelli raggiunti. Le visualizzazioni dei video superano abbondantemente quota 80mila solo dalla pagina madre "Ente Palio San Floriano".

Tra i video di maggiore successo quelli per preparare cocktail medievali, le descrizioni emozionali dei gruppi storici jesini e, un pò a sorpresa, la lettura di fiabe medievali per i più piccoli.

Su Instagram sono 7,200 gli utenti coinvolti. Ottimo successo per il quiz educativo storico con 300 partecipanti come molto bene è andata la diretta "Una sera con l'Ente Palio" dove oltre 200 persone hanno interagito. Circa 3'000 le visualizzazioni dei video, con le 4 mogli di Federico II raccontate nei vari giorni, è coinvolgente è risultato lo swipe informativo sui tamburi storici.

Ma la vera sorpresa è risultato TikTok, inserito a programma un pò per scommessa. L'ultimo nato nel mondo dei social, utilizzato principalmente da adolescenti ma ormai non solo, ha visto l'arrivo in 4 giorni, di 800 follower per l'appena nato profilo Ente Palio. Tra la sua lista anche il contenuto di maggior gradimento dell'intera rassegna, quello sui "Concetti base della scherma medievale" che ha totalizzato 30mila visualizzazioni, 2'700 reazioni e 60 commenti. Le visualizzazioni sul giovane social media sono state 44mila portando il conteggio totale dell'innovativa rassegna digitale a 130mila visualizzazioni e circa 61mila persone coinvolte solo sui profili principali dell'Ente Palio San Floriano.

La maggior parte dei contenuti sono stati inseriti in una playlist archivio di Youtube da dove saranno facilmente rintracciabili e potranno, nel corso degli anni, continuare ad ottenere visualizzazioni e condivisioni. Una scommessa, un azzardo considerando la natura "storica" dell'associazione, che è stata vinta in pieno e non potrà fare a meno di portare ad una riflessione all'interno dell'Ente.

Forse una nuova creatura è nata, magari senza preavviso, inaspettata, ma ha fatto sentire forte la sua voce e potrebbe continuare a farlo negli anni a venire. Lunga vita al PaliOnline.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2020 alle 18:20 sul giornale del 14 maggio 2020 - 351 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, palio san floriano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/blDa





logoEV