Maiolati: è ancora scontro tra gli ex sindaci e Consoli

Comune di Maiolati Spontini 3' di lettura 25/05/2020 - Corriamo il rischio di fornire al Sindaco Tiziano Consoli altra occasione di parlare di tutto meno che dei fatti concreti, ma le “perle” contenute nella risposta agli ex Sindaci di Maiolati Spontini non possiamo farle passare sottotraccia.

Invece di rispondere seriamente e a tono alle nostre evidenze, ha tentato una maldestra operazione di ricostruzione romanzata di fatti e vicende a suo uso e consumo, con affermazioni populiste, approssimative e strumentali, scendendo anche sul piano personalistico.

Per le sue nuove esternazioni, queste sì al livello di “chiacchere da bar” (con tutto il rispetto dei frequentatori dei bar!), avrà risposte documentate e complete e visto che fa riferimento a circostanze che interessano tutto il territorio ci preoccupiamo noi a informare tutti i Sindaci, i componenti delle Giunte e i Consiglieri comunali dei Comuni soci CIS e dei Comuni componenti l’Unione dei Comuni, facendo però, al contrario di lui, riferimento a come si sono svolti realmente i fatti e a documenti che lo dimostrano.

E’ già stata inviata una lettera aperta che ricostruisce la vicenda della Piscina Consortile di Moie ed ora è la volta della vicenda relativa alla Polizia Locale dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina.
Per la Piscina di Moie ha doppiamente falsato la realtà quando scrive che “ … Giancarlo Carbini non solo non ha mai messo minime risorse a favore di progetti territoriali condivisi, ma … da demiurgo dell’area territoriale della Media Vallesina, non accennava minimamente all’ipotesi di discussione di una piscina comprensoriale dislocata in area di prossimità tra diversi Comuni, …”. La nuova Piscina, di proprietà del CIS e quindi di tutti i Comuni, è stata realizzata a Moie dopo aver analizzato, di comune accordo, tutte le altre ipotesi in altre località e per quel progetto il Comune di Maiolati Spontini ha messo gratis l’area a disposizione e ha contribuito prima con 1.500.000 € e poi con 120.000 €. Senza il contributo di Maiolati Spontini la nuova Piscina non si sarebbe mai realizzata! Da vero avvocato che fa le migliori arringhe per difendere tutte le cause, scrive poi “ … ed in ultimo proponeva all’Unione dei Comuni la sfortunata revisione dei costi della vigilanza locale (come di altri servizi) a danno dei Comuni più piccoli (in questo caso Poggio San Marcello e San Paolo di Jesi). Questa è stata l’oggettiva cultura della solidarietà rappresentata dall’ex Sindaco Carbini. …”. A parte il dubbio (alla Di Pietro) su che ci azzecca la vicenda con la cultura della solidarietà in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo, non si capisce se a parlare è l’ex Sindaco di Poggio San Marcello o quello di Maiolati Spontini. La richiesta riguardava una proposta da condividere, per la revisione (parziale!) della compartecipazione alle spese per il Servizio di Polizia Locale dell’Unione dei Comuni che, all’epoca dei fatti (2013), da diversi anni, Maiolati Spontini finanziava con un importo pari ad oltre 33 volte quello di Poggio San Marcello (che ci spiace chiamare indirettamente in causa).

Se prima di scrivere certe risposte Consoli avesse fatto i conti, avrebbe “notato” che, negli anni, questo ha significato circa 200.000 € in più per Maiolati e qualche decina in meno per il suo ex Comune! Non serve aggiungere altro se non rassicurarlo che avrà risposte circostanziate anche sulle altre questioni da lui sollevate, senza fretta!

Ci resta (e ce lo teniamo) il dubbio sul perché Consoli nel raccontare le vicende che lui ha vissuto da protagonista (basta andare a rivedere gli atti ufficiali!) introduca delle bugie! Non crediamo sia scarsa memoria …!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2020 alle 10:08 sul giornale del 26 maggio 2020 - 456 letture

In questo articolo si parla di attualità, Maiolati Spontini, lettera, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmnJ





logoEV