Civitanova: E' il giorno della festa della Bandiera Blu, consegnati i vessilli dell'eccellenza turistica

3' di lettura 04/07/2020 - Sventolano le bandiere blu su Civitanova. Con la cerimonia di oggi pomeriggio al Club Vela la città è tornata di nuovo a sfoggiare i vessilli d’eccellenza che uniscono turismo e sostenibilità. Con la benedizione del presidente di Fee Italia Claudio Mazza, i riconoscimenti sono stati consegnati ai rappresentanti di stabilimenti balneari, strutture ricettive, associazioni e forze dell’ordine e faranno bella vista lungo tutto il litorale cittadino.

«Avevamo la voglia di far vedere al mondo che Civitanova ce la sta facendo a superare questo momento difficile – ha ribadito il sindaco Fabrizio Ciarapica, affiancato dall’assessore alla crescita culturale Maika Gabellieri – la Bandiera Blu non è qualcosa di scontato, ma frutto di sacrifici fatti tutto l’anno e da più parti della città: dalla macchina amministrativa, dalle categorie che insistono sul territorio, dai nostri cittadini che rispettano quelle buone pratiche che ci consentono di poter raggiungere l’obiettivo».

Il presidente di Fee Italia, l’ente che monitora 365 giorni all’anno le località che intendono portare avanti il loro percorso per centrare la Bandiera Blu, ha lodato il modus operandi portato avanti dalla città, al 17° vessillo consecutivo. «Quella di Civitanova con la Bandiera Blu è una storia lunga, chi l’ha iniziata 17 anni fa fu certamente un visionario – ha sottolineato Mazza – quando iniziammo l’esperienza della Bandiera Blu oltre trent’anni fa, parlare di turismo e ambiente sembrava folle, non si capiva che il turismo è un’industria che può inquinare come le altre. Oggi è ben diverso. Bandiera Blu è un progetto che non si ferma mai per una città che decide di intraprenderlo. Il primo successo è che si fanno lavorare insieme uffici che a volte nemmeno si parlano. La difficoltà vera per gli amministratori è quella di dover tirare fuori dal cassetto le criticità e doverci mettere mano. Ogni anno chiediamo di migliorare qualcosa, piccoli passi che nel tempo determinano un cambiamento. Per questo se tutta una comunità non considera la Bandiera Blu un obiettivo importante, non è semplice centrarla continuativamente nel tempo. Il lavoro con le scuole è fondamentale in questa ottica, perché chi inizia sin da piccolo questo percorso da grande non avrà bisogno che nessuno glielo spieghi. Cultura e amore per il proprio territorio: questi sono gli elementi di base. Noi monitoriamo costantemente durante l’anno i Comuni che iniziano un percorso, poi c’è il grande lavoro della commissione. A volte alcuni Comuni non riescono a centrare l’obiettivo. Ma l’importante è non uscire dal percorso, sennò poi è dura».

Il presidente di Fee Marche Camillo Nardini, da civitanovese doc, sente con particolare orgoglio l’obiettivo centrato di nuovo dall’amministrazione comunale civitanovese: «Ricordo già 17 anni fa il giovane Ciarapica lavorare con noi, testimoniando grande capacità – ha affermato Nardini – la Bandiera Blu è un riferimento che Civitanova dovrà esaltare in questi giorni. Se io fossi un italiano o uno straniero e dovessi scegliere dove andare, guarderei sicuramente prima di tutto alle località Bandiera Blu, per questo è una leva importante sulla quale lavorare».

Ad accompagnare la cerimonia le note della banda cittadina, quindi spazio alle premiazioni e poi via agli “Aperitivi in blu”, organizzati per l’occasione da sette chalet della città: Caracoles, G7, Hosvi, La Bussola, Lido Cristallo, Raphael Beach e Shada.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Civitanova.
Per Whatsapp aggiungere il numero 348.7699158 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.

Per Telegram cercare il canale @viverecivitanova o cliccare su t.me/viverecivitanova.

Sono attivi anche i nostri canali social: Facebook: facebook.com/viverecivitanova/ e Twitter: twitter.com/viv_civitanova.








Questo è un articolo pubblicato il 04-07-2020 alle 18:54 sul giornale del 06 luglio 2020 - 226 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere civitanova, articolo, marco pagliariccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpQy





logoEV