Quantcast

Fermo: Un Malore fulminante porta via il Dottor Tommaso Laureti: muore a soli 56 anni lasciando la moglie e due figlie

2' di lettura 22/10/2020 - Laureti noto ecografista lavorava a Fermo in via Respighi nel suo studio ed in diversi centri specialistici della Regione.

Ieri nel tardo pomeriggio, mentre era a svolgere il suo lavoro, non si era sentito bene. Dopo il consiglio della moglie di andare al pronto soccorso per vedere meglio la situazione, lui, avendo avuto già dolori simili per un’ernia iatale ha pensato di non approfondire all’ospedale ma di ritornare a casa. I dolori erano pian piano spariti.

Questa mattina al risveglio l’avvisaglia della tragedia vedendo il corpo esanime del marito a letto la moglie disperata ha chiamato i soccorsi.

Arrivati velocemente quelli della Croce Azzurra di Porto San Giorgio hanno iniziato la rianimazione e tutte le pratiche salvavita del caso ma non c’è stato nulla da fare.

Il dottor Tommaso Laureti se n’era andato, lasciando a soli 56 anni questo mondo nello sconforto più totale la moglie, le figlie, i parenti e le migliaia di amici e conoscenti che aveva. Forse la diagnosi di arresto cardiaco che non ha lasciato scampo alcuno verrà confermata.

Con Laureti se ne va un’eccellenza in ambito diagnostico-ecografico senza pari.

Ha salvato letteralmente la vita a centinaia e centinaia di pazienti per la sua estrema preparazione e attenta visione e interpretazione dei dati.

Ha lavorato sempre con macchinari di ultima generazione che aggiornava in continuazione ed era uno dei pochi così aggiornati in tutta la Nazione.

Oltre ad essere un grande medico era un uomo di territorio, un appassionato e amante della natura, della campagna e delle tradizioni.

Insieme alla moglie aveva fondato a Santa Vittoria in Matenano un’azienda agricola naturale votata all'allevamento bovino allo stato semibrado ed alla produzione di olio di oliva di qualità. ( www.facebook.com/allevamentolanocetta)

Non era raro vederlo in abbigliamento da contadino ed allevatore nei campi e tra i boschi. Quando parlava di questa sua esperienza aveva una luce negli occhi particolare e di sicuro sarà un’altra grandissima cosa che lascia con un vuoto enorme.

Ultima cosa ma non per importanza il dottor Tommaso era un musicista. Chitarrista di qualità che con il suo gruppo suonava in piazze ed in teatri in giro per le Marche ed oltre.

Si stringe al dolore anche tutto il personale medico del Fermano. Centinaia di messaggi stanno arrivando nella pagina Facebook del dottore e nelle bacheche dei suoi clienti e amici più stretti.






Questo è un articolo pubblicato il 22-10-2020 alle 20:00 sul giornale del 23 ottobre 2020 - 1026 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, fermo, notizie, articolo, Redazione VivereFermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bzpo





logoEV