Quantcast

Basket: Troppo forte Ancona per una Aurora ancora incompleta

3' di lettura 25/10/2020 - The Supporter in bianco, contro una Luciana Mosconi apparsa al momento attuale troppo forte e già rodata e pronta per l’inizio delle ostilità, che, va comunque detto, è rimandato di una settimana. Il campionato avrà infatti inizio il 22, anziché il 15 novembre.

In casa Aurora si dava la giusta importanza all’impegno, che valeva la vittoria nel girone di Supercoppa del Centenario e, il passaggio alla fase successiva, significava allungare la serie degli incontri ufficiali, da poter sfruttare al massimo questa precampionato, lasciando da parte, per il momento, la gare amichevoli.

Priva di Rizzitiello, ancora fuori, di Simone Mentonelli, uscito malconcio dal match di Montegranaro, la squadra di Ghizzinardi ha nuovamente pagato dazio, perdendo Giampieri, pochi secondi dopo la palla a due: giusto il tempo di intercettare l’apertura del contropiede dorico, subendo un infortunio ad un dito, del quale andrà verificata la gravità e gli eventuali tempi di recupero.

Dal canto suo la Luciana Mosconi ha dovuto fare a meno di Potì, ancora ai box, ma in fase di recupero. Assenze di diverso perso, è vero, ma non certo un alibi per una prestazione, ci riferiamo all’Aurora, piuttosto negativa, soprattutto nei due quarti iniziali, quando Ancona ha imperversato, assoluta padrona sotto il canestro jesino.

Canestri facili, troppo facili, con l’ex Leggio che ha imperversato a lungo, prima di lasciare lo scettro di mvp a Rossi, che ha fatto pentole e coperchi, per la squadra di Rajola, che ha avuto costantemente in mano l’inerzia del match.

Brutta serata al contrario per l’Aurora, tenuta a galla dai due play-maker Risté e Valentini, 31 punti in due, sui complessivi 53 della squadra.

A corrente alternata Ferraro e Cocco, addirittura inguardabili Quarisa con il suo 2/10 al tiro, strapazzato costantemente dai lunghi ospiti e Magrini, appena 7 tiri tentati in oltre 35’ di utilizzo.

Ma per favore non mettiamo la croce sulle spalle di questi ragazzi: l’ho ripetuto varie volte nella diretta youtube e lo scrivo. La squadra merita fiducia, ha sempre lavorato bene per prepararsi alla stagione e non va condannata per una serata storta, anche perché l’avversaria era di qualità, tanto che nelle dichiarazioni della vigilia, non a caso, il tecnico di casa, l’ha inserita nel gruppo delle migliori, assieme alla solita nnota Fabriano, Roseto, Cividale (toh, chi si rivede, coach Pillastrini…), San Vendemiano, Vicenza.

Adesso resta un mese per l’inizio del campionato, per potersi preparare al meglio, con un occhio sempre rivolto all’infermeria.

The Supporter non certo bocciata dal campo, ma soltanto rimandata a… novembre!

THE SUPPORTER AURORA JESI-LUCIANA MOSCONI ANCONA 53-73 (11-21; 13-20; 11-8; 18-24)

The Supporter Jesi: Ferraro 8 (1/3, 2/6), Quarisa 8 (2/10, 0/0), Giacchè 14 (4/5, 1/9), Giampieri (0/0, 0/0), Magrini (1/3, 1/4), Valentini 17 (1/3, 4/7), Memed (0/0, 0/2), Montanari (0/0, 0/1), Konteh (0/1, 0/0), Cocco 1 (0/2, 0/0), Ginesi ne. All.: Ghizzinardi.

Tiri liberi 11/19. Rimbalzi 33, 6+27 (Quarisa 12). Assist 16 (Magrini 7).

Luciana Mosconi Ancona: Centanni 5 (1/5, 1/5), Caverni 5 (1/2, 1/1), Paesano 9 (4/7, 0/0), Rossi 21 (6/10, 3/5), Leggio 14 (4/7, 2/7), Aguzzoli 4 (2/4, 0/0), Potì ne, Oboe 7 (2/3, 1/2), Gospodinov 6 (3/7, 0/0), Rattalino 2 (1/3, 0/0). All.: Rajola.

Tiri liberi 1/1. Rimbalzi 45, 9+36 (Oboe 13). Assist 23 (Centanni 7).

Arbitri: Bertuccioli di Pesaro e Scaramellini di Colli al Metauro.






Questo è un articolo pubblicato il 25-10-2020 alle 20:49 sul giornale del 26 ottobre 2020 - 308 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzHc