Quantcast

Al via vaccinazione Pfizer e Moderna per gli ultra 80enni, come e dove farlo

Vax Days 3' di lettura 11/02/2021 - A Jesi verrà utilizzata la Bocciofila di via Ugo La Malfa, anziché il palasport come precedentemente comunicato dalla Regione Marche. Al via il 12 le prenotazioni (on line o telefonicamente)

La Regione Marche ha comunicato due giorni fa che partono le vaccinazioni anti-Covid19 ai cittadini con un’età superiore agli 80 anni. SI è tenuta infatti una conferenza stampa nella quale l’assessore alla Sanità, Filippo Saltamartini, ha comunicato insieme al presidente della Giunta regionale, Francesco Acquaroli, i dettagli per la vaccinazione.
Ho voluto prendere parte alla conferenza – ha dichiarato il presidente – anche per testimoniare l’enorme lavoro che l’assessorato alla Sanità sta conducendo in termini di risorse umane e materiali e della forte attenzione e impegno della Regione Marche per la campagna vaccinale. La riteniamo essenziale, prioritaria sotto tutti gli aspetti, non ultimo l’alleggerimento delle strutture ospedaliere. Colgo ancora questa occasione per invitare la comunità e i cittadini a collaborare sia in tema di comportamenti per la sicurezza di tutti, sia aderendo alla campagna vaccinale che sta per partire.

Dal 12 febbraio alle ore 14 si potranno prenotare le vaccinazioni anti-Covid-19 attraverso il sistema delle Poste https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it o tramite il numero verde 800.00.99.66

“Una volta avviata la prenotazione – ha spiegato l’assessore Saltamartini – all’utente verrà immediatamente comunicato il giorno, la sede dove verrà somministrato il vaccino e l’orario in cui ci si deve presentare al Punto di Vaccinazione. La somministrazione delle dosi vaccinali inizierà dal 20 febbraio. In circa 20 giorni contiamo di somministrare la prima dose del vaccino Pfizer-BioNthec e Moderna, considerando che gli over 80 nelle Marche sono circa 133 mila e circa 9 mila di loro vengono vaccinati nelle Rsa”.

Per le persone che non sono in grado di camminare o non hanno chi possa accompagnarli, saranno i Medici di medicina generale ovvero dalle altre strutture territoriali ADI ad eseguirlo. “Siamo ben organizzati – ha rimarcato l’assessore – grazie al sistema già utilizzato per lo screening che abbiamo implementato su tutto il territorio regionale. Il piano si muove all’unisono con tutte le Regioni italiane. Procediamo con spirito collaborativo seguendo le direttive ministeriali, ringraziamo tutto il personale Asur che sta affrontando l’emergenza senza risparmiarsi e chiediamo la massima collaborazione alle famiglie nel seguire i loro anziani. La vaccinazione salva la vita, è necessaria la cooperazione di tutta la comunità per la buona riuscita del piano”.

Alla conferenza stampa si è parlato anche delle varianti, che destano preoccupazione in ordine alla copertura che gli attuali vaccini potranno fornire. In relazione alle varianti del virus – ha aggiunto l’assessore- stiamo monitorando i campioni dei tamponi che sono all’esame del laboratorio di Torrette per sequenziare il virus. Stiamo effettuando anche un monitoraggio a Tolentino, Pollenza e Castelfidardo per tutti i bambini delle scuole. Al momento la situazione è sotto controllo e costantemente monitorata: se dovesse espandersi adotteremo tutte le misure necessarie”.

A Jesi il punto vaccinale è stato individuato nella Bocciofila Jesina, in via Ugo La Malfa n. 13/B.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2021 alle 18:24 sul giornale del 12 febbraio 2021 - 1339 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, jesi, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bNDM





logoEV
logoEV