Quantcast

Mons. Gerardo Rocconi: il Vangelo di domenica 21 febbraio

4' di lettura 22/02/2021 - Dal Vangelo secondo Marco.

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

LE TENTAZIONI DI GESU’: UN INVITO ALLA SCELTA

Abbiamo iniziato la Quaresima. Nella prima domenica di Quaresima si leggono le tentazioni di Gesù. L’evangelista Marco le pone prima del suo ministero. Dio, il Padre ha indicato il Figlio amato come Messia: ora Gesù prima di iniziare deve fermarsi, deve scegliere. Come vivrà la sua missione, cosa dirà, quale messaggio porterà? Lo Spirito lo conduce nel deserto, nel silenzio per pensare, pregare, scegliere. Dice l’evangelista che Gesù stava in mezzo alle fiere: le fiere rappresentano tutto ciò che avrebbe tentato di distogliere Gesù dalla missione che Dio gli affidava. In realtà Gesù è stato tentato tutta la vita, fino all’ultimo momento sulla croce quando gli si disse: “Scendi dalla croce e noi crederemo”. Ma Gesù scelse sempre la volontà del Padre e ci insegna così che la vera libertà dell’uomo sta nell’obbedienza al Padre.

QUARESIMA, TEMPO PER ORIENTARE LA NOSTRA VITA

Dopo aver scelto di essere sempre nell’obbedienza al Padre, in ogni situazione, Gesù cominciò quella predicazione nella quale invitava, e invita noi oggi, a fare come ha fatto lui, cioè ad accogliere l’amore di Dio, a credere nella volontà di Dio che vuole riconciliarsi con l’uomo, che propone salvezza e gioia, ma chiede conversione e rinnovamento di vita. Questo della Quaresima è un tempo di grazia e di misericordia: il Signore vuole concederci il suo perdono, la sua pace. E allora accogliamo questa Quaresima come tempo per scegliere la vita. Dice infatti Gesù : “Questa è la vita eterna: che conoscano Te, il solo vero Dio, e Colui che tu hai mandato, Gesù Cristo”. Oggi è lo Spirito Santo che guida anche noi in questa Quaresima per prendere la nostra decisione: scegliere la vita eterna, scegliere l’amore di Dio, scegliere Gesù. Ecco allora l’invito di Gesù: Convertitevi e accogliete il vangelo: prendete un’altra strada. Spesso viviamo secondo lo spirito del mondo, rifiutando Cristo Crocifisso, rifiutando di far morire il male che è in noi: è necessario cambiare strada, e prendere quella della fede obbediente, dove la nostra vita trova un senso più vero.

QUATTRO PROPOSTE PER SCEGLIERE

Quali sono, pertanto, le vie per un rinnovamento della nostra vita? La prima proposta: Conoscere, accogliere, ascoltare Gesù. Solo così la nostra vita può rinnovarsi. Dobbiamo permettere al Signore di parlare. Ascoltiamone la Parola, il Vangelo, impariamo a conoscerlo. Costruiamoci sulla sua Parola. La seconda proposta: la preghiera. Perchè la Parola del Signore ci tocchi è necessario che venga accolta nella preghiera, in un clima di preghiera. Una preghiera in cui chiediamo al Signore soprattutto una cosa: Signore cosa vuoi, cosa ti aspetti? La terza proposta: la carità, l’attenzione agli svantaggiati. Vediamo tutti la pesantezza che vive questo mondo. Ma subito ne vediamo le cause: orgoglio, arroganza, egoismo, ingiustizia, prepotenza. Ogni male viene se non si cammina nella novità di vita che ci propone Gesù. Ogni male viene dalla mancanza di carità. E’ urgente imitare Gesù che offre la sua vita. Per questa quaresima poi il Papa ci ha invitato a vivere la carità soprattutto offrendo l’esortazione, il richiamo, l’incoraggiamento a chi si sta allontanando dal Signore, perchè ritorni e non si perda. La quarta proposta: un atteggiamento penitenziale, fatto anche di scelte concrete.
La penitenza ha il significato di orientare totalmente il nostro cuore all’unico valore e all’unica ricchezza che è Cristo Ascolto della Parola di Dio, carità, preghiera, penitenza: sarà una bella quaresima.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2021 alle 16:26 sul giornale del 23 febbraio 2021 - 197 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, gerardo rocconi, jesi, diocesi di jesi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPiS





logoEV