Quantcast

Vivere con stile: Donna-casalinga, il grembiule invisibile

2' di lettura 08/03/2021 - Oggi giornata in giallo per tutte noi care Donne, noi che ci aspettiamo di ricevere mazzi di profumate mimose, noi che se non abbiamo un galantuomo che ce ne fa dono le andiamo a cercare tra i rami dell’ albero del vicino, noi che amiamo così tanto essere festeggiate, si siamo noi presenti anche quest’anno, a richiamare l’ attenzione, a dire noi esistiamo ed abbiamo un valore.

In realtà care amiche oggi non voglio parlare della festa della Donna anche perché se ben ricordiamo poco c’è da festeggiare in questo giorno se non una terribile tragedia accaduta tanti anni fa che fa pensare tutt’ altro che ad un inno alla Donna, ma piuttosto ad una lotta per conquistare i suoi diritti.

Vorrei dare un colore e una forma ad un accessorio che indossiamo ogni giorno, la nostra uniforme, il nostro outifit domestico: il grembiule.
Vorrei dare spazio e voce alle casalinghe e al grembiule invisibile, un volto ad un mestiere non riconosciuto né retribuito. Per circostanze familiari, scelte personali la nostra società conta un numero alto di donne che dedicano la propria vita esclusivamente ad accudire la casa e la famiglia e altrettante, che affiancano questo ad altri impieghi retribuiti rendendolo cosi per molte un secondo lavoro.

Tutte le donne “Wonder Woman” sono anche casalinghe. La figura della casalinga non è riconosciuta dalla società né tanto meno percepisce uno stipendio nonostante la sua forza lavoro è impiegata 24 ore al giorno e non prevede né ferie nè licenziamento.
Non dimentichiamoci l’ aspetto multitasking di questo mestiere : lavare, cucinare, fare la spesa, stirare, occuparsi dei propri figli e del proprio compagno…

Il lavoro domestico è socialmente invisibile perché le donne che vi si dedicano sono considerate disoccupate. Ci sono donne che per dedicarsi alla casa a volte arrivano a mettere in secondo piano la propria persona e la propria salute innescando un meccanismo di frustrazione interiore che sfocia in conseguenze non molto positive a livello emotivo e mentale.
Il non essere riconosciuto come un mestiere e quindi non essendo remunerato, porta a lungo andare a insoddisfazione, insicurezza e scarsa autostima.

La Donna con la D maiuscola non è solo la “femme fatale” in carriera dagli outifit sempre alla moda, una vera Donna che vive con stile è colei che tutti i giorni con amore e grande forza indossa il suo grembiule invisibile, tanti auguri a te.






Questo è un articolo pubblicato il 08-03-2021 alle 09:13 sul giornale del 09 marzo 2021 - 710 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Vivere con stile, Serena Liguori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bRvJ

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere con stile





logoEV