Quantcast

Donne e matematica: il Galilei celebra le donne nel mese dedicato alle Stem

4' di lettura 17/03/2021 - Donne, Matematica e Stem. Se n'è parlato lunedì 8 marzo nell'aula virtuale dell'Istituto di Istruzione Superiore Galileo Galilei di Jesi grazie alla Lectio magistrale della prof.ssa Univpm e coordinatrice del Gruppo pari opportunità per l'Unione Matematica Italiana, Chiara De Fabritiis.

Ci vorranno 100 anni per raggiungere la parità tra uomo e donna, lo affermava nel 2018 il “World Economic Forum”. Sono già passati alcuni anni ma la differenza di genere è ancora molto lontana dall'essere raggiunta. E' così che a chiederlo si sono unite le Nazioni Unite con gli obiettivi da raggiungere con l'agenda 2030 e così l'Europa.
Una platea di quasi 500 studenti per riflettere nella giornata dedicata alle donne su cosa significa essere donna e scienziata con la prof.ssa De Fabritiis, docente del dipartimento di Ingegneria industriale e Scienze Matematiche Univpm, membro del CUG e coordinatrice per le Pari opportunità dell'Unione Matematica Italiana.
Da un esperimento sociale fatto nel 2018 nella metropolitana dal comune di Londra ed immortalato in un video ufficiale risulta che la “City” soffre ancora oggi, al lavoro, della poca rappresentanza femminile nella leadership.
Mancano donne manager e l'occupazione femminile, solo alcuni anni fa, risultava in una città come Londra essere più bassa rispetto a tutto il Regno unito, così come l'occupazione dopo la maternità che nel 2020, all'epoca del video, era già appesa ad un filo con solo l'8%. Una parità dunque ancora tutta da definire anche in Italia.

Di questo ne è consapevole anche il Dirigente dell'IIS Galilei Luigi Frati che ha sottolineato quanto sia importante “far soffermare i giovani su queste tematiche che spesso sembrano lontani anni luce, ma che si riflettono invece nella nostra quotidianità, in particolare nel lavoro. Ma la lezione della De Fabritiis non si è fermata davanti alle pari opportunità, è andata oltre facendo pensare a quante possibilità di carriera vi siano nell'area Stem (Science, Tech, Engineering and Mathematics). Un percorso comunque non facile nel passato, quello di essere donna e intraprendere una carriera scientifica oltre i pregiudizi di genere. E se oggi questa situazione è apparentemente migliorata allora sarebbe il momento che le nuove generazioni considerassero la possibilità di investire in questi profili. Un escursus che parte dalla prima filosofa e scienziata nota come Ipazia d'Alessandria per passare all'attrice austriaca di fama hollywoodiana Hedy Lamarr meno nota da Ingegnere per essere ricordata per un brevetto per le reti wireless. E poi Sophie Germain, Emmy Noether, Maria Gaetana Agnesi, Sofia Kovalevskaja. Tutte donne che sono state nel passato, più o meno recente, esempi di figure femminili che ce l'hanno fatta. E poi Myriam Mirzakhani (13 maggio 1977 Iran – 2017 Palo Alto Usa) la prima iraniana ad ottenere il punteggio massimo nelle olimpiadi della Matematica con la prestigiosa medaglia Fields. Una donna scomparsa di recente, la Mirzakhani, ma che ha dimostrato al mondo, seppur nella sua breve vita, come sia possibile conciliare l'essere donna e matematica anche se nata in un contesto di svantaggio come l'Iran e soprattutto potersi godere il lusso di una famiglia e una figlia nonostante la professione.

“Ma tutte queste biografie – ha chiesto la prof.ssa De Fabritiis alla platea del Galilei – cosa hanno in comune? Le difficoltà che tutte queste donne hanno incontrato nella loro strada”.

La vita di fatto non è facile per le donne, così come per gli uomini, ma ci sono molti vantaggi nel nascere maschi a tutt'oggi.

Data la sua passione per la matematica e la musica anche la prof.ssa De Fabritiis, toscana di origine, ha evidenziato quanto sia importante comprendere quanto queste strade, quelle delle Stem come della Matematica, siano un'opportunità di carriera anche per le donne. E poi non ha mancato di ricordare la “Festa delle donne matematiche” che ogni hanno cade il 21 maggio e alla quale l'Unione Matematica Italiana, di cui la professoressa della Politecnica delle Marche






Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2021 alle 17:07 sul giornale del 18 marzo 2021 - 159 letture

In questo articolo si parla di jesi, scuola superiore, IIS Galilei Jesi, Liceo scienze umane, Les, Tecnico Ambientale, Tecnico Biologico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bS40