Quantcast

Basket: The Supporter batte Guerriero Padova, ma che fatica

4' di lettura 11/04/2021 - In una giornata di rinvii, due partite si giocheranno a data da destinarsi, The Supporter Jesi fa l’unica cosa che realmente serviva ed era chiamata a fare: vince e si mantiene in zona play-off. Ma che fatica contro la squadra, sulla carta più debole del girone!

Forse solo sulla carta, per lo meno a livello mentale, visto come ha saputo rimettere in piedi un match che sul -18 (11-29) sembrava già deciso.

Non è stata una bella Aurora, quella vista in campo: è una minestra riscaldata, non un alibi, ma ancora una volta va ricordato quanto gli infortuni non hanno aiutato. Si è rivisto Konteh (non utilizzato), si è rivisto, ma solo a bordo campo, Rizzitiello, Magrini ha provato a riprendere confidenza con il parquet, utilizzato con il contagocce da Ghizzinardi, per evitare ricadute, uscendo e rientrato diverse volte dal campo.

Altro fattore negativo i tanti falli commessi prima del riposo, che hanno inizialmente penalizzato Giacché e Quarisa; mentre quest’ultimo non ha perso la sicurezza – alla fine doppia doppia con 12 punti e 13 rimbalzi – per Giaché non c’è stata più partita e qui sottolineiamo il primo fattore a favore della squadra ospite. Rientrato in campo nel terzo quarto, il più difficile per gli jesini, il giovane play jesino non si è più ripreso, soffrendo all’inverosimile la pressione del suo dirimpettaio Scattolin. L'arma migliore della rimonta patavina, è stato proprio la difesa.

Neanche Valentini ha avuto vita facile, ma ha retto bene le responsabilità aggiuntive per la brutta serata del compagno di reparto.

I sette punti segnati dalla Guerriero Padova nel primo quarto, frutto di una incredibile quantità di errori al tiro e palle perse, in seguito il 37-23 in favore di Jesi al riposo, lasciavano presagire una seconda parte di match tranquilla, invece la squadra di casa ha perso l’energia con la quale aveva affrontato fino a qual punto la partita, perdendo tutta la sicurezza che si era creata. Ha subito passivamente la rimonta, punto a punto, di una squadra fattasi più aggressiva, non a caso quella che fu la vecchia Petrarca (16 stagioni complessive in passato tra A unica e A/2) oggi si chiama Guerriero.

Nulla di miracoloso, solo la voglia di provare a vincere, complici difese molli e attacchi gestiti male dagli jesini. Va da sé che a 4’12” dalla sirena finale, prima una tripla di Andreaus, poi un tiro libero di Chinellato, hanno confezionato il sorpasso, sul 55-56.

Sino a quel momento l’unico vantaggio degli ospiti era stato sul 2-0 di inizio partita.

Da quel momento alla fine hanno fatto la differenza piccole cose, ma sostanziali, i tiri liberi di Giampieri e Ferraro, una recuperata di Giacché, un rimbalzo di Quarisa, fino al tiro della disperazione di Chinellato a 6” dalla fine, con The Supporter a +4, finito nelle mani di Giampieri.

Sarebbe doveroso parlare anche degli arbitri, una delle coppie più brutte viste ultimamente, che ha sistematicamente gestito male il metro arbitrale, contribuendo a far scadere il livello della partita, ma comunque a discapito anche di Padova, così preferiamo tacere.

Ci è piaciuto invece l’urlo di gioia di Quarisa, all’uscita dal campo a scaricare l’adrenalina accumulata, che racconta l’attaccamento alla maglia di questa squadra, che anche in una serata grigia come questa, ha dato il massimo per portare a casa la vittoria.

Sabato prossimo se non saranno rinvii, The Supporter sarà impegnata sul campo dell’altra Padova.

Ghizzinardi predica realismo, “prima pensiamo a salvarci”, ma i due punti che dividono le due formazioni, conferiscono all’impegno il valore di una finale.

Da vincere.

THE SUPPORTER JESI-GUERRIERO UBP PADOVA 62-58 (22-7; 15-16; 12-19; 13-16)

The Supporter Jesi: Ferraro 19 (6/10, 1/5), Quarisa 12 (5/7, 0/0), Giacché 2 (1/2, 0/5), Valentini 5 (0/3, 1/3), Magrini 8 (1/1, 2/8), Mancini 0 (0/1, 0/0), Simone Mentonelli 0 (0/1, 0/3), Memed 0 (0/0, 0/0), Konteh ne, Ginesi 0 (0/0, 0/0), Cocco 2 (1/1, 0/0), Giampieri 14 (1/2, 2/5). All.: Ghizzinardi.

Tiri liberi 14/23. Rimbalzi 38, 7+29 (Quarisa 13). Assist 11 (Valentini 4).

Guerriero Padova: Zocca 0 (0/0, 0/2), Chinellato 15 (4/6, 1/5), Scattolin 6 (2/2, 0/0), Dia 2 (1/1, 0/1), Campiello 9 (4/11, 0/1), Bombardieri ne, Tognon 0 (0/0, 0/1), Cecchinato 4 (2/2, 0/2), Borsetto 0 (0/0, 0/1), Coppo 0 (0/0, 0/1), Andreaus 12 ( 1/2, 2/3), Cazzolato 10 (2/6, 1/4). All.: Calgaro.

Tiri liberi 14/25. Rimbalzi 39, 3-34 (Cazzolato 8). Assist 6 (Scattolin 2).

Arbitri: De Ascentiis e Giambuzzi

(le foto sono di Augusto Giglietti)








Questo è un articolo pubblicato il 11-04-2021 alle 21:22 sul giornale del 12 aprile 2021 - 279 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, giancarlo esposto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bW1x





logoEV