Quantcast

Pallavolo: François Salvagni re di Francia, campione l’ASPTT Mulhouse

5' di lettura 13/04/2021 - Il Made in Jesi protagonista in Francia. A quattro anni di distanza dal suo primo e storico titolo, l’ASPTT Mulhouse torna a laurearsi campione di Francia con due giornate di anticipo.

Il team francese allenato dallo jesino d’adozione François Salvagni ha dominato in lungo e in largo la regular season, imponendosi con un gioco spettacolare ed efficace sul parquet della diretta concorrente Béziers per 3 a 1. “Ormai sono più jesino che bolognese – così Salvagni con cui abbiamo avuto il piacere di parlare in questi giorni e a cui vanno i nostri più sinceri complimenti per la brillante stagione – È stata la stagione più dura mai affrontata, innanzitutto per la situazione pandemica, le restrizioni, il lockdown, l’impossibilità lontano da casa di poter comunque condurre una vita normale con momenti di svago per scaricare lo stress e gestire le energie. Una pianificazione dunque molto complicata, anche per via dello spostamento di alcune partite fissate in calendario”.

Per chi non lo sapesse, Salvagni vive a Jesi da ormai oltre dieci anni ed è sposato con la jesina Paola Gialletti, ex pallavolista della Pieralisi Jesi, con cui ha messo al mondo due bellissimi figli, Greta (9 anni) e Giulio (7 anni). Tra l’altro, Paola Gialletti è la carissima nipote di Anna Virginia Vincenzoni Casoni, moglie dell’indimenticato patron Sandrino Casoni che rese grande il Latte Tre Valli Volley Jesi, portando nella città di Federico II (nel lontano 1983) il “Re Mida” Julio Velasco. Senza ombra di dubbio, una famiglia che ha la pallavolo nel sangue, se pensiamo anche all’esperto coach jesino Massimiliano Cerioni, altro nipote della Vincenzoni.

In Francia il livello generale nel corso degli anni si è alzato tantissimo ma Salvagni, grazie alla sua indiscussa capacità di adattamento e alla grande esperienza, è riuscito a trasformare in straordinario successo un percorso tortuoso e pieno di insidie. “Per quello che concerne l’aspetto sportivo bisogna evidenziare innanzitutto che si è registrato un innalzamento notevole del livello del campionato francese. È sufficiente analizzare i risultati dei club francesi in Europa per comprendere bene lo standard qualitativo a cui mi riferisco”.
L’avvio di stagione per Salvagni e la sua troupe non è stato dei migliori, ma ben presto lo stratega jesino del volley ha messo le cose in ordine: “Abbiamo iniziato la stagione con una brutta sconfitta nella Coppa dello scorso anno e con una squadra che faticava a produrre un bel gioco. Non credo di aver mai lavorato così tanto come in quei mesi nei quali, grazie alla grande disponibilità delle mie atlete, abbiamo potuto veramente spingere l’acceleratore e migliorare giorno dopo giorno. Dopo la pausa natalizia la squadra ha iniziato a volare, facendo registrare una striscia di 18 vittorie consecutive (ad oggi sono 27, ndr) fino alla gara spareggio contro l’unica inseguitrice che è riuscita a mantenere il nostro ritmo. La vittoria per 3-1 a Béziers ha sancito matematicamente la vittoria dello scudetto con due giornate di anticipo. Il miglior premio ai nostri sacrifici”.
Insomma, in tempi di Covid vincere uno scudetto vale doppio, è qualcosa di incredibile. La campionessa Maurizia Cacciatori, in una nostra intervista, ci aveva visto lungo: “La resilienza è l’elemento che caratterizza al meglio il dna di voi marchigiani. Una razza che non si arrende mai”.
Ora, per Salvagni e la sua équipe, testa alla Coppa di Francia, in programma a Mulhouse nel weekend del 24-25 aprile.

Non solo coach di spessore, anche manager digitale e rivoluzionario. François Salvagni, tecnico nato a Bologna (classe 1971) ma ormai jesino a tutti gli effetti, con svariate esperienze nel volley italiano ed internazionale, è il fondatore, insieme al collega Ciro Zoratti, del canale podcast sul web ‘Coach Factor’, primo podcast italiano creato da allenatori per allenatori. Un concept innovativo per l’intero movimento pallavolistico, visto e considerato che in ottica europea sembrano non esistere piattaforme simili se non microcircuiti a pagamento. Nei suoi primi due anni di vita, Coach Factor ha offerto ad allenatori, supporter e amanti del panorama volley una produzione, in termini di contenuti, davvero sensazionale: oltre 120 puntate e circa 6.000 minuti di interviste ai migliori allenatori italiani e internazionali, che hanno generato circa 63.000 download e quasi 65.000 visualizzazioni su YouTube. François Salvagni e Ciro Zoratti hanno deciso recentemente di trasferire su carta stampata e in digitale questa mole di informazioni e di testimonianze, dando vita ad “Allenatore vincente”, il libro di Coach Factor che in poco tempo è riuscito ad occupare le posizioni di vertice nella classifica Bestseller di Amazon.

Salvagni nel maggio 2019 aveva partecipato anche da relatore al convegno sportivo dell’Università Politecnica delle Marche “L’Univpm abbraccia il grande sport” in compagnia di noti personaggi del volley quali lo jesino Paolo Giardinieri (uno degli artefici della rilevazione statistica nel volley, insieme al suo ex compagno di staff Julio Velasco) ed Enrico Bertoni (responsabile area digital Azimut Modena). Nel palmares europeo dell'ormai jesino 'purosangue' François Salvagni anche il prestigioso premio Luigi Razzoli come miglior allenatore, una Challenge Cup e una Coppa Cev.

Come dire, il brand Made in Jesi sempre presente.








Questo è un articolo pubblicato il 13-04-2021 alle 12:56 sul giornale del 14 aprile 2021 - 290 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, daniele bartocci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXfe